Wrestling, Bobby Lashley: "Il match con Lesnar a SummerSlam lo meritavo io"

Sport USA

Luca Franchini

bobby_lashley1

La star del wrestling WWE parla ai microfoni di Sky Sport e ci spiega perché si sente tradito dal GM Kurt Angle per il fatto di non essere stato nominato come primo sfidante per il titolo di campione Universale, ritenendosi l’unico in grado di poter sconfiggere Brock Lesnar. “Il match con il Sindaco di Suplex City a SummerSlam doveva essere mio!”

Bobby Lashley è senza ombra di dubbio uno degli atleti più potenti e carismatici del mondo del wresting. È tornato di recente a combattere in WWE dopo un periodo di oltre dieci anni di assenza nel quale si è dedicato anche al mondo delle arti marziali miste, ottenendo buoni risultati all’interno dell’ottagono.

È tornato a WWE Raw (in onda ogni martedì su Sky Sport Arena) qualche mese fa con un solo obiettivo in mente: sconfiggere Brock Lesnar e diventare il nuovo campione Universale. Purtroppo però il match decisivo contro Roman Reigns, avvenuto qualche giorno fa e che assegnava il diritto al vincitore di affrontare proprio Brock Lesnar a Summerslam (19 Agosto, in diretta e in pay per view su Sky Primafila), non è andato come “Il Dominatore” (questo il suo soprannome) pensava: è stato infatti sconfitto per la prima volta nel 2018, e Lashley dovrà così rimandare almeno per qualche tempo i suoi sogni di gloria titolata

Noi di Sky Sport lo abbiamo sentito qualche giorno fa e ci siamo trovati davanti un atleta molto deluso, ma allo stesso tempo ancora molto carico e positivo per il futuro.

Bobby, dopo la tua vittoria su Roman Reigns a Extreme Rules non credi saresti dovuto essere nominato direttamente primo sfidante di Brock Lesnar per il titolo di campione Universale a SummerSlam?

"La mia risposta ovviamente non può essere che sì.  Meritavo io di andare contro Lesnar a SummerSlam per il titolo di campione Universale. Punto. Kurt Angle mi ha deluso parecchio stavolta! Il GM di fatto ha azzerato il valore della mia vittoria su Reigns a Extreme Rules. A dirla tutta non l’ha nemmeno presa in considerazione. Ha sancito due match a tre uomini i cui vincitori si sarebbero poi affrontati uno contro uno la settimana successiva, e questo mi ha mandato su tutte le furie. Anche perché mi ritengo l’unico in grado di poter porre fine al regno di campione Universale di Lesnar. Da quando sono tornato in WWE lo scorso Aprile ho ricevuto attraverso i social media centinaia e centinaia di messaggi da parte di appartenenti all’Universo WWE che mi esortavano a porre fine al tirannico regno da campione Universale di Lesnar, che tiene in ostaggio la cintura Universale difendedola pochissime volte. Sono amareggiato e anche un po’ deluso ma la mia determinazione a diventare campione è sempre la stessa. E sono sicuro che prima o poi ce la farò".

Ci puoi spiegare il motivo del tuo ritorno in WWE e che cambiamenti hai trovato nella federazione dopo oltre dieci anni di assenza?

"Beh, il motivo per cui sono tornato in WWE è che avevo una straordinaria voglia di tornare a vincere titoli nel mondo del wrestling e all’interno di un ring importante come quello della WWE. In passato ho vinto il titolo di campione ECW e quello di campione degli Stati Uniti ma non ho mai raggiunto la vetta attraverso la conquista del titolo WWE o del nuovo titolo di campione Universale. Rispetto a dieci anni fa molte cose sono cambiate in WWE come i volti degli avversari da superare, ma molti altri aspetti sono rimasti immutati. Lo spirito di competitività è sempre altissimo come alto è il tasso qualitativo degli avversari. E ti confesso che anche cambiare città diverse volte la settimana per esibirmi dal vivo è una cosa della quale sentivo un enorme mancanza".

Parlando di nuovi volti e comunque di nuovi talenti che sono attualmente in WWE, Lesnar a parte, contro chi ti piacerebbe combattere e non l’hai invece ancora fatto?

"Braun Strowman per quanto riguarda gli atleti in forza a Raw. Se dovessi un giorno essere draftato a Smackdown invece non avrei dubbi: Daniel Bryan!".

Continuando su questo tema, contro quale superstar WWE del passato vorresti cimentarti?

"Ah senza ombra di dubbio contro The Rock! È notizia di questi giorni la sua nomina ad attore di Hollywood più pagato di sempre e lo stesso The Rock ha affermato in diverse interviste che il ring della WWE gli manca. E allora cosa aspettiamo? Chiamate The Rock e facciamo questo match!!!! [ride, ndr]. E se The Rock non è disponibile allora scelgo l’attuale GM di Raw, l’eroe olimpico Kurt Angle: così gli rifilo una bella batosta in modo che la prossima volta non abbia dubbi nel nominarmi primo sfidante del titolo Universale [ride, ndr]".

Bobby, hai un ultimo messaggio per i fan italiani che ti seguono su Sky Sport?

"Ragazzi, continuate a seguirmi con affetto ogni settimana a Raw su Sky Sport Arena e mi raccomando, fatevi trovare pronti per SummerSlam, l’appuntamento “più caldo” dell’estate. Anche se non combatterò per il titolo Universale come avrei invece voluto, sono certo che lascerò il segno!".

E allora non mi resta che dare appuntamento a tutti gli appassionati di wrestling WWE alle varie trasmissioni in programma ogni settimana su Sky Sport Arena, Raw, Smackdown, NXT, Main Event ed Experience e soprattutto a WWE SummerSlam in onda Domenica 19 Agosto, in diretta e in pay per view su Sky Primafila con commento in esclusiva in italiano a partire dalla 1 di notte! Lo spettacolo sarà garantito!

I più letti