Tom Brady beccato ad allenarsi in un parco di Tampa chiuso per coronavirus

Nfl
©Getty

Disavventura a Tampa per l'ex stella dei Patriots: allontanato dal personale di un parco cittadino chiuso, dove si stava allenando nonostante l'emergenza coronavirus. L'amministrazione comunale: "Non vediamo l'ora di accoglierti nei nostri parchi. Ma ora resta a casa il più possibile"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

La voglia di Tom Brady di farsi trovare pronto quando debutterà in campo con la sua nuova squadra deve essere tanta, ma stavolta gli ha giocato un brutto scherzo. L’ex stella dei Patriots, che nel marzo scorso ha firmato un biennale coi Buccaneers, è stata infatti sorpresa mentre si allenava in un parco di Tampa, in Florida, chiuso al pubblico per l'emergenza coronavirus. La dinamica dell’incidente è stata raccontata dal sindaco di Tampa, Jane Castor, in una diretta Facebook in cui ha usato l’episodio per ribadire a tutta la popolazione la necessità di rispettare le regole di isolamento e distanziamento sociale. Tutti i parchi pubblici di Tampa sono chiusi e sorvegliati dagli staff dei parchi stessi e proprio una di queste inservienti si è imbattuta in Tom Brady. Secondo TMZ nessuna denuncia né multa sarebbe stata comminata al quarterback, che ha firmato un biennale da 50 milioni coi Buccaneers per quello che è stato ribattezzato il trasferimento del secolo. A chiudere la vicenda un tweet dall’account ufficiale della città di Tampa: "Scusa Tom, non vediamo l'ora di accoglierti nei nostri parchi. Ma fino ad allora stai al sicuro e resta a casa il più possibile per aiutarci a non alzare la curva dei contagi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche