US Open, Lorenzi vince il derby e va agli ottavi. Out Cilic

Tennis

Il tennista romano sconfigge Thomas Fabbiano nel derby al terzo turno e si qualifica per la prima volta in carriera per gli ottavi di finale di uno slam. Esce a sorpresa Marin Cilic, testa di serie numero 5, eliminato da Schwartzman

La prima volta non si scorda mai, a maggior ragione se arriva a 35 anni. Paolo Lorenzi è il sesto italiano a qualificarsi per gli ottavi finale agli US Open: il romano esce vincitore dal derby con Thomas Fabbiano nel terzo turno e prenota una sfida contro Kevin Anderson, che ha eliminato il NextGen croato Borna Coric con il punteggio di 6-4, 6-3, 6-2. Risultato storico per Lorenzi che si aggiunge agli altri azzurri capaci di raggiungere la seconda settimana dello slam americano: prima di lui solo Corrardo Barazzutti (1977), Adriano Panatta (1978), Gianluca Pozzi (1994), Davide Sanguinetti (2005) e Fabio Fognini (2015). Non c'è storia nella sfida tra gli ultimi due azzurri rimasti in tabellone, con Lorenzi che domina dall'inizio alla fine e vince in tre set con il punteggio di 6-2, 6-4, 6-4. A fare la differenza la maggiore abitudine a disputare partite ad un certo livello, ma per Thomas Fabbiano rimane una settimana da incorniciare con gli ottimi risultati ottenuti contro i due australiani J.P. Smith e Jordan Thompson. Lorenzi proverà a diventare il secondo italiano dopo Corrado Barazzuti ad arrivare oltre gli ottavi di finale a Flushing Meadows (l'attuale capitano di Coppa Davis si qualificò per la semifinale 40 anni fa). 

Out Cilic, continua la favola Shapovalov

La testa di serie più alta della parte inferiore del tabellone abbandona gli US Open! Marin Cilic, numero 5 del seeding, si è fatto sorprendere dall'argentino Diego Sebastian Schwartzman, specialista della terra rossa. Dopo essere andato in vantaggio di un set, il croato è entrato in crisi ed è stato sconfitto dall'argentino con il punteggio di 4-6, 7-5, 7-5, 6-4. Per Schwartzman negli ottavi di finale sarà sfida contro Lucas Pouille, testa di serie numero 16, che ha eliminato in rimonta il kazako Kukushkin 2-6, 6-3, 6-4, 6-4. Continua a sognare Denis Shapovalov, NextGen canadese che è salito alle luci della ribalta dopo aver eliminato Nadal nel Masters di Montreal: il classe 1999 ha approfittato del ritiro di Kyle Edmund sul punteggio di 3-6, 6-3, 6-3 per qualificarsi per il suo primo ottavo di finale a livello slam. Shapovalov affronterà lo spagnolo Pablo Carreno Busta, che in tre set si è liberato del qualificato francese Nicolas Mahut per 6-3, 6-4, 6-3.

I più letti