ATP Rotterdam: Sinner battuto da Carreno Busta 7-5, 3-6, 7-6 ai quarti di finale

Tennis
©Getty

Jannik Sinner sfiora un'altra clamorosa impresa a Rotterdam, venendo battuto al tie-break del terzo set da Pablo Carreno Busta (30 del mondo) con i parziali di 7-5, 3-6, 7-6 dopo aver fallito due match-point. L'azzurro rimanda così la prima semifinale in carriera in un torneo ATP 500

Jannik Sinner è stato eliminato ai quarti di finale del torneo ATP 500 di Rotterdam. Il 18enne di Sesto Pusteria, numero 79 della classifica mondiale (68 virtuale, best ranking), in tabellone grazie ad una wild card, è stato battuto 7-5, 3-6, 7-6  dallo spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 30 del ranking mondiale dopo una furibonda lotta di oltre due ore e mezza. Per l'azzurro, capace di annullare anche tre match point consecutivi nel terzo set, anche due match point sprecati nel tie-break decisivo. Jannik (appena 2/14 nelle palle break) rimanda così la prima semifinale in carriera in un torneo 500, in cui però ha centrato il primo successo contro un Top 10 dopo aver battuto Goffin agli ottavi. 

Sinner-Carreno Busta, la cronaca

Primo set estremamente equilibrato, con l'azzurro che paga a caro prezzo l'unico passaggio a vuoto nell'11° game, quando cede il servizio e di conseguenza il parziale per 7-5. Sinner resta mentalmente nel match, domina l'avversario e lo mette sempre in difficoltà in risposta, cogliendo i frutti nell'ottavo game con il break che gli vale il 6-3 che rimette tutto in gioco. Carreno salva 4 palle break nel gioco inaugurale del terzo set e prende fiducia, strappando il servizio all'azzurro e volando 3-0. Quando va a servire per il match, però, lo spagnolo ha il braccino e riapre i giochi: Jannik annulla 3 match point consecutivi nel 10° gioco e arriva al tie-break. Qui l'azzurro ha due match-point, cancellati da Carreno Busta, che poi si impone d'autorità. In semifinale lo spagnolo attende il vincente del match tra Felix Augier-Aliassime e Aljaz Bedene, in un torneo che ha già visto l'uscita di scena, tra gli altri, delle prime due teste di serie Medvedev e Tsitsipas. 

Forfait di Berrettini a Rio e di Fognini e Marsiglia

Arrivano due rinunce per i primi due giocatori azzurri. Matteo Berrettini non sarà al via del torneo ATP 500 di Rio de Janeiro, al via la prossima settimana sulla terra brasiliana. "Ho fatto di tutto per poter essere pronto in tempo – ha fatto sapere il giocatore romano attraverso l’account Twitter del torneo – Ero molto contento di poter venire a Rio a giocare di fronte alla mia nonna brasiliana, ma sfortunatamente ho bisogno di ancora un po’ di tempo per recuperare". Il numero 8 del mondo sta combattendo dall'inizio dell'anno con un guaio muscolare agli addominali. Forfait anche per Fabio Fognini, che avrebbe dovuto giocare l'Open di Provenza a Marsiglia. Il ligure, numero 12 del mondo, era uscito visibilmente acciaccato dal match perso al debutto a Rotterdam contro Karen Khachanov. 

I più letti