Mondiali pallavolo femminile, Italia-Russia 3-1: le azzurre fanno 8 su 8 e volano alle Final Six di Nagoya

Volley

Ottava vittoria consecutiva della nazionale del ct Mazzanti. Dopo una partenza col freno a mano tirato, Chirichella e compagne cambiano marcia a metà del secondo set e strappano il pass per la terza fase del torneo iridato in programma dal 14 al 16 ottobre

IL RACCONTO DI ITALIA-SERBIA

Il tabellino

ITALIA-RUSSIA 3-1 (22-25, 25-20, 25-18, 25-22)

 

ITALIA: Sylla 13, Chirichella 9, Malinov 2, Bosetti 12, Danesi 9, Egonu 29. Libero: De Gennaro. Cambi, Parrocchiale. In panchina: Ortolani, Nwakalor (L), Fahr, Pietrini, Lubian. All. Mazzanti
RUSSIA: Voronkova 21, Fetisova 12, Biryukova 7, Parubets 13, Koroleva 11, Startseva. Libero: Galkina. Malygina, Kotikova 2, Romanova. In panchina: Efimova, Lyubushkina, Talysheva. All. Pankov

Ottava vittoria su otto partite dell'Italvolley di Davide Mazzanti al Mondiale di pallavolo giapponese. Le azzurre hanno superato anche l'ostacolo Russia 3-1 (22-25; 25-20; 25-18; 25-22) e hanno strappato il pass per le Final Six di Nagoya del 14-16 ottobre. Grande reazione dell'Italia, dopo una partenza sottotono. Da metà del secondo set Chirichella e compagne hanno aumentato le marce, tornando a macinare una pallavolo solida ed efficace.

Il muro della svolta

Dopo aver perso il primo set, l’Italia parte male anche nel secondo. Sotto prima di 3, poi di 4 e sino a un massimo di 5 punti. La svolta sul 14-18: Paola Egonu chiude le porte all’attacco russo con un muro fantastico e carica le compagne. La squadra di Mazzanti cambia marcia: recupera con la difesa e i contrattacchi di Egonu e Sylla e chiude il set con un altro muro, pareggiando i conti. Il terzo set va via veloce sulla scia del precedente e consente alle azzurre di qualificarsi matematicamente per la terza fase del torneo. Niente turn-over per Mazzanti, che lascia in campo le migliori. L'Italia la chiude in quattro e vola alle Final Six da imbattuta. Domani la sfida agli Usa per conquistare il primo posto nella Pool F. 

Lucia Bosetti tuttofare

Una giocatrice a tutto campo. Lucia Bosetti ha giocato un match pressoché perfetto: solida in ricezione e a muro e precisa al millimetro in attacco. Si è fatta sentire anche in battuta, come in occasione dell'importantissimo ace servito sul 10-8 nel terzo parziale. E pensare che contro la Thailandia aveva spaventato tutti, accasciandosi al suolo per un malore. A giudicare da come è scesa in campo contro la Russia nessun problema per la giocatrice della Scandicci Savino Del Bene. Prestazione maiuscola anche di Paola Egonu, una vera trascinatrice.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche