Italvolley maschile e femminile al Quirinale da Mattarella: "Avete reso onore alla maglia"

quirinale
©Ansa

Al Quirinale il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto le nazionali femminile e maschile di pallavolo, entrambi vincitrici del titolo europeo: "E' stato un periodo straordinario per il nostro sport. Non si è concluso con l'estate e speriamo continui costantemente". Successivamente le delegazioni sono andate anche a Palazzo Chigi dal Premier Mario Draghi

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale le nazionali femminile e maschile di pallavolo, recenti vincitrici della medaglia d’oro ai rispettivi Campionati Europei. Sono intervenuti il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò, il Presidente della Federazione Italiana Pallavolo, Giuseppe Manfredi, Il Ct della Nazionale Italiana femminile, Davide Mazzanti, il Ct della Nazionale italiana maschile, Ferdinando De Giorgi, la Vice Capitana della Nazionale Italiana femminile, Ofelia Malinov e il Capitano della Nazionale Italiana maschile, Simone Giannelli. Questi ultimi due hanno regalato al Presidente della Repubblica due palloni autografati dalle rispettive selezioni e due maglie personalizzate con il numero 1 e il nome Mattarella. "Avete sottolineato di aver reso onore alla maglia italiana: lo confermo e ve ne ringrazio, come per il significato che avete attribuito alle vostre vittorie. Per il Paese in ripresa avere segnali di ripresa dopo la pandemia è di grande importanza". Le parole del Presidente delle Repubblica. "E' stato un periodo straordinario per il nostro sport. Non si è concluso con l'estate e speriamo continui costantemente", ha aggiunto Mattarella.

Malagò: "Doppio successo impresa storica"

"Oggi abbiamo la possibilità di festeggiare i ragazzi e le ragazze delle pallavolo italiana che hanno compiuto un'altra impresa, unica nella storia del nostro Paese: vincere entrambi a distanza di pochi giorni il capionato europeo". Lo ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò, durante l'incontro al Quirinale con il Presidente della Repubblica e le due squadre azzurre del volley femminile e maschile. "Sappiamo benissimo che ci fossero altre aspettative durante le Olimpiadi da entrambi le squadre - ha aggiunto - ma per questo è ancora più straordinario quello che hanno fatto le atlete e gli atleti italiani. Lo sport da la possibiltà di rifarsi e loro lo hanno fatto alla grande". Da quest'annata di successi sportivi "tutto il sistema sportivo ne ha tratto un ulteriore entusiasmo - ha spiegato il numero 1 del Coni - c'è stato un effetto traino, un'onda che è partita dagli Europei di calcio ed è continuata ad andare avanti e lo sta facendo ancora. Dalla vittoria di Elisa Balsamo, agli sport meno popolari come la vittoria ai Mondiale di cross, gli Europei di polo, il triathlon, le bocce e la canoa. Ovunque abbiamo portato atleti e atleti ai vertici del podio"

Mazzanti: "Vittoria e sconfitta, sport metafora della vita"

"La vittoria è la lode del vincitore: chi perde è un fallito, solo chi vince ha diritto ad attraversare il Rubicone e sfilare in trionfo per le strade di Roma. Ma lo sport non è questo, vittoria e sconfitte sono le due facce della stessa medaglia". Lo ha detto Davide Mazzanti, Ct delle azzurre di volley campionesse d'Europa, parlando al Quirinale durante l'incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Un pallone che cade qualche centimetro più in là, e il tuo sogno è distrutto - ha proseguito Mazzanti - E' lo sport, stressante e magnifico: per tutti lo sport è efficace metafora, rappresenta in piccolo ciò che ci definisce in grande. In questa grande estate sportiva in tricolore, speranza è costruire mondo dove la riconoscenza e la gratitudine non svaniscano".

De Giorgi: "Nostro grido è 'Noi Italia'"

"Presidente, lei sa che ogni squadra ha un suo urlo agonistico. Il nostro è fatto di due parole, semplici: il capitano urla 'Noi', e tutta la squadra risponde 'Italia'". Così il Ct dell'Italia campione d'Europa della pallavolo maschile, Ferdinando De Giorgi, ha rivelato un "piccolo segreto" al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante l'incontro al Quirinale delle due nazionali, maschile e femminile. "Questo invito - ha detto De Giorgi, ringraziando il Capo dello Stato - è davvero speciale. Se devo dare un titolo a questa giornata, è azzurro: da giocatore ho sempre dato una grande importanza a questo colore. Ora - ha concluso De Giorgi - sono Ct di un gruppo di giovanotti belli, talentuosi, che amano la pallavolo, la vita, consapevoli di sapere emozionare con le vittorie e il loro modo di stare in nazionale. Presidente ,lo sa, quando gli italiani si emozionano sono capaci di fare quel che nessuno al mondo sa fare. E questa è la medaglia dell'applicazione, anche per uscire da questo momento difficile per il Paese". 

Draghi: "Mesi indimenticabili per lo sport italiano"

"La pallavolo italiana è di nuovo campione d’Europa. Per la settima volta nella storia della Nazionale maschile, per la terza di quella femminile. E, per la prima volta, contemporaneamente. È un risultato che ci riempie di orgoglio, che arricchisce una tradizione che conta già molti trofei. E che si aggiunge a mesi indimenticabili per lo sport italiano, a memoria mia non ricordo un anno così". Lo ha detto il premier Mario Draghi, che ha ricevuto a Palazzo Chigi la nazionale maschile e femminile di volley, dopo l'incontro al Qurinale con il Presidente della Repubblica Mattarella. "In queste settimane avete dato prova di grande caparbietà. Le Olimpiadi di Tokyo non sono andate come speravate ma, con la calma e determinazione che hanno i grandi atleti, avete trovato le motivazioni giuste per ripartire. Non vi siete persi d’animo, avete ritrovato lo spirito di squadra. E siete tornati a casa con le medaglie d’oro. Grazie anche ai vostri allenatori Ferdinando De Giorgi e Davide Mazzanti. E ai vostri capitani Simone Giannelli e Miriam Sylla. So che Miriam Sylla e con lei Alessia Orro non possono essere qui per un infortunio. A loro va il mio augurio di pronta guarigione, diteglielo voi", ha sorriso il presidente del Consiglio rivolto agli atleti. 

"Ricorderemo a lungo le immagini delle vostre finali"

"Ricorderemo a lungo le immagini delle vostre finali. Avete vinto contro i vostri avversari, ma anche contro le vostre paure. La Nazionale femminile ha superato in finale la stessa squadra che l’aveva eliminata alle Olimpiadi. Quella maschile ha recuperato per due volte un set di svantaggio, e ha vinto al tie break decisivo. Avete trasformato la sconfitta e le difficoltà nella base delle vostre vittorie. Una lezione non solo per chi vi segue, ma per tutti noi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche