Volley, Italia-Argentina 3-1: terza vittoria in Nations League

Volley
Foto: Volleyballworld

Terza vittoria consecutiva per l’Italia che dopo Polonia e Canada batte anche l’Argentina per 3-1 con i parziali di 25-20, 25-21, 16-25, 30-28 I ragazzi di De Giorgi, oggi assente perché positivo al Covid, si sbarazzano dei sudamericani concludendo al meglio questa prima tappa di VNL giocata ad Ottawa. Adesso tornano in campo le ragazze di Mazzanti impegnate nella seconda tappa, a Brasilia, alle 2 del 15 giugno contro la Serbia. Match in diretta su Sky Sport Uno e in streaming su NOW

Arriva la terza vittoria in quattro partite per l’Italia di volley maschile: 25-20, 25-21, 16-25, 30-28 i parziali con cui gli azzurri si sbarazzano dell’Argantina per 3-1 concludendo così questa tappa di Ottawa. Bottolo mvp dell’incontro. Adesso i campioni d’Europa scenderanno in campo a Quezon City, nelle Filippine, il prossimo 22 giugno contro la Germania. Prima però tornano le ragazze di Mazzanti impegnate nella seconda tappa, a Brasilia, alle 2.00 del 15 giugno contro la Serbia.

Primo set: Romanò fatica ma c’è un super Bottolo

leggi anche

Canada ko 3-0, 2^ vittoria dell'Italia in Nations

Assente in panchina perché positivo al Covid, De Giorgi cambia solo una pedina rispetto il sestetto che ha iniziato contro il Canada: Giannelli confermatissimo in palleggio, Romanò opposto, Recine e Bottolo schiacciatori, Galasso e Vitelli (nel match precedente era partito Mosca) centrali. Dall’altra parte della rete, assente Solé che ha lasciato la Selección ma tanti giovani interessanti. Parte meglio l’Italia ed è proprio Vitelli a fare la differenza: un primo tempo e un muro nel 4-1 iniziale a favore degli azzurri. L’Argentina però reagisce e con Bruno Lima riduce quasi del tutto lo svantaggio: al time-out tecnico è 12-11 Italia. Al rientro, altra accelerata dei campioni d’Europa che sfruttano al meglio servizio e muro: 18-12.  Vantaggio che Giannelli e compagni amministrano tranquillamente fino al termine del set chiuso da un errore in battuta di Loser sul 25-20.

Secondo set: Galasso e Giannelli decisivi

Anche nel secondo set parte meglio l’Italia, questa volta però si sblocca Romanò con due muri consecutivi che valgono il 4-2 per gli azzurri. Vantaggio che dura poco visto che con due ace consecutivi e un contrattacco l’Argentina si porta a +1 sul 5-4. Da lì è lotta punto a punto dove sono gli errori al servizio da parte di entrambe le squadre a prevalere: al time-out tecnico Lima e compagni sono avanti 12-11. Come nel primo, anche nel secondo set è dopo il time-out che arriva la spallata dell’Italia che alza il livello al servizio, al muro e in contrattacco per il 19-16. Argentina che però non demorde agganciando gli azzurri sul 21-21 ma ci pensano Galassi con un muro, Bottolo con un ace e Giannelli con un altro muro a chiudere il parziale sul 25-21.

Terzo set: l’Italia sparisce dal campo, Argentina in scioltezza

A differenza dei primi due, nel terzo parziale è l’Argentina a partire meglio portandosi prima sul 3-0 e poi sul 7-3. L’Italia fatica e non riesce a trovare continuità al servizio così come in ricezione, ne nasce un ulteriore break per i sudamericani che vanno al time-out tecnico avanti 12-6. Caponeri prova a cambiare inserendo Falasca, Pinali e Mosca ma lo svantaggio è troppo ampio: parziale all’Argentina con il punteggio di 25-16.

Quarto set: la chiude Recine ai vantaggi

Nel quarto parziale, Caponeri conferma Pinali opposto con Romanò in panchina, ma è ancora una volta l’Argentina a cominciare meglio piazzando due break importanti: il primo quello che li porta sul 4-1, il secondo è quello del 9-5. L’Italia reagisce e si avvicina fino al -2 sull’11-9. Dopo il time-out tecnico l’Italia cambia volto e si porta in vantaggio sul 19-18. Da lì è punto a punto fino al set point Argentina annullato da uno splendido primo tempo di Mosca. Sudamericani che sprecano altri due set point prima di cedere sul 30-28 con il punto decisivo di Recine.