Caricamento in corso...
21 aprile 2017

Esplosione Dortmund, arrestato un uomo: i motivi sarebbero finanziari

print-icon
Borussia Dortmund - Pullman

Polizia vicino al pullman del Borussia Dortmund (Getty)

Svolta nelle indagini riguardanti la bomba sul bus del Borussia prima del match di Champions contro il Monaco: la procura tedesca comunica di aver arrestato un 28enne russo-tedesco che secondo quanto riportato avrebbe agito da solo. Il motivo del gesto? Quello di far crollare il titolo della squadra e di mettersi in tasca circa tre milioni di euro

Attimi di paura, interminabili. Attimi in cui si teme anche il peggio. In occasione della partita di Champions tra Borussia e Monaco, circa dieci giorni fa, è scoppiata una bomba vicino al bus della squadra di Tuchel, in cui Bartra è rimasto ferito. Ora, però, la procura tedesca fa sapere di aver arrestato un uomo coinvolto nell'attentato: si tratta di Sergej W, 28enne russo-tedesco. Non sarebbe un attentato terroristico, come in un primo momento ipotizzato, il motivo dello scoppio di tre bombe nei pressi del bus dei gialloneri, bensì una "motivazione economica". Ovvero: L'obiettivo del ventottenne era quello di far crollare il titolo del Borussia in Borsa e di mettersi in tasca circa tre milioni di euro. Ma non è tutto, perché tale Sergej avrebbe acquistato da un hotel un pacchetto di 15mila opzioni, per il valore di 78 mila euro. Se le azioni del Borussia fossero crollate, avrebbe avuto un profitto milionario - come scrive la Bild on line - fino a 3,9 milioni di euro. Con il ferimento grave o la morte di alcuni calciatori, inoltre,i titoli della squadra tedesca sarebbero presumibilmente crollati (Bartra è rimasto ferito a un braccio e al polso, dovrebbe tornare in campo tra 4 settimane).

L'attentatore avrebbe agito da solo - L'uomo è stato arrestato questa mattina a Tubinga - nello stato sudoccidentale del Baden-Wuerttemberg - dopo una settimana di indagini ininterrotte. Sergej è incappato in alcuni errori che hanno permesso alle indagini di prendere un'altra direzione e arrestarlo dopo circa 10 gorni. A darne notizia è stata la procura federale tedesca attraverso un comunicato: "La procura federale ha fatto arrestare un cittadino tedesco-russo di 28 anni, Sergej W., dagli agenti del GSG9". L'uomo, inoltre, avrebbe competenze particolari nel settore elettronico. E sarebbe in grado di fabbricare bombe. Nel luglio 2015 vinse anche un premio scolastico in elettronica. Stando a quanto riportato da un comunicato emesso dalla portavoce della procura di Karlsruhe, Frauke Koehler, l'attentatore avrebbe agito da solo. Tuttavia, non è chiaro quanto il 28enne russo-tedesco, avrebbe potuto guadagnare dalla mancata strage: "Il profitto sarebbe stato tanto più alto, quanto più forte il crollo delle azioni", si legge. Le indagini sul tipo di esplosivo usato sono ancora in corso.

La lettera di Bartra - Questo il commento del difensore su Instragram dopo l'attentato: "È stata la peggiore esperienza della mia vita. Il dolore, il panico e l'incertezza di non sapere cosa stava succedendo o quanto a lungo sarebbe durato. Sono stati i 15 minuti più lunghi della mia vita - ricorda il giocatore della Nazionale spagnola -. In questi giorni mi guardo il polso gonfio e il braccio ferito e...sapete cosa sento? Orgoglio. L'orgoglio di pensare che tutto il male che volevano fare martedì in fondo è solo questo". E ancora, l'ex Barcellona conclude così: "Avevo bisogno di scrivere e sfogarmi, adesso penso solo a rimettermi a posto al 100%".

CHAMPIONS LEAGUE 2016-2017

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky