Caricamento in corso...
05 giugno 2017

Mondiale Under 20: Italia in semifinale, Zambia sconfitto 3-2

print-icon

Grande prova degli azzurrini: per la prima volta della propria storia si qualificano in una semifinale mondiale. In 10 uomini dal 43' del primo tempo, i ragazzi di Evani superano lo Zambia 3-2 ai supplementari con le reti di Orsolini, Dimarco e Vido

ITALIA-INGHILTERRA, SEGUI IL LIVE DELLA SEMIFINALE MONDIALE

Per la prima volta nella propria storia, l'Italia Under 20 è in una semifinale di un Mondiale. Quarto di finale eroico a Suwon degli azzurrini: due volte sotto di un gol e di un uomo (espulso Pezzella al 43'), reagiscono e strappano la vittoria ai supplementari allo Zambia per 3-2. Fondamentali le parate di Zaccagno e i cambi di Evani, che inserisce Dimarco e Vido, autori dei gol decisivi. Ma c'è soprattutto un episodio di gioco a far parlare. Chi pensava che l’aiutino della Var (video assistant referees) all’arbitro, risolvesse da sé tutti i problemi, dopo Italia-Zambia dovrà ripensarci. Al 43’ del primo tempo, la squadra di Evani si è vista prima assegnare un rigore per l’intervento di Zaccagno su un attaccante africano. L’arbitro Roddy Albano Zambrano Olmedo, però, ha cambiato decisione dopo il ricorso alla moviola in campo, concedendo una punizione dal limite per lo Zambia e espulsione a Pezzella. Secondo il direttore di gara, il difensore del Palermo avrebbe commesso fallo da ultimo uomo sbilanciando l’avversario. Il tocco però sembra davvero non esserci.

 

Le scelte

Alla vigilia, l'Italia cerca la prima semifinale di sempre in un Mondiale Under 20. La formazione è la stessa che ha sconfitto per 2-1 la Francia negli ottavi di finale, con l'unica eccezione del capitano Mandragora, squalificato e sostituito da Cassata. Particolarmente motivato il ct Evani, che era nella rosa dell’Italia delle Olimpiadi del 1988, sconfitta per 4-0 dallo Zambia a Seoul.

L'avvio

Nemmeno il tempo di scendere in campo e gli azzurrini si trovano subito sotto. Al 4’ Zaka viene liberato da un ottimo suggerimento di Banda, che lo mette da solo davanti a Zacagno. Il numero 20 dello Zambia è freddo e con un tocco sotto scavalca il portiere in uscita per l’1-0 degli africani. La squadra di Evani prova a reagire, ma non sfonda nella forte difesa avversaria. Pochi minuti più tardi primo episodio dubbio del match: su cross di Pezzella un difensore sfiora la palla con le mani, ma l’arbitro lascia correre. L’Italia ha due occasioni di testa nella parte centrale del primo tempo, prima con Favilli e poi con Orsolini, ma in entrambi in casi non trovano la porta.

L’episodio

Al 40’ arriva la svolta del match: l’arbitro ecuadoreno Zambrano assegna un penalty allo Zambia per fallo dubbio del portiere Zaccagno. Con l'aiuto della Var, il direttore di gara cambia decisione: punizione dal limite ed espulsione per Pezzella per fallo su chiara occasione da gol. Anche il fallo del terzino del Palermo è dubbio.

Gli azzurrini sono sotto di un gol e un uomo all’intervallo ed Evani è costretto a trasformare il suo 4-4-2 in un 4-4-1, inserendo Dimarco per Cassata.

Montagne russe nel secondo tempo

Gli azzurrini, caricati da Evani negli spogliatoi, trovano subito l’1-1 in avvio di ripresa. Al 50’ Panico dalla sinistra mette un ottimo cross per Orsolini che di testa in tuffo insacca il pareggio. È la quarta nella competizione per il talento acquistato a gennaio dalla Juventus, che eguaglia il record di Graziano Pellé siglato al Mondiale Under 20 del 2005 (nel quale fu capocannoniere Messi).

Lo Zambia prova a sfruttare l’uomo in più. Al 55’ annullato un gol a Daka, che insacca di testa a porta vuota ma è in fuorigioco. Subito dopo giocate da campione per Zaccagno. Il portiere, prodotto del vivaio del Torino, è autore di tre parate decisive, su una conclusione di Musonda da fuori e su due tentativi di Sakala.

Proprio quando l’Italia sembra poter resistere fino ai supplementari, arriva il nuovo vantaggio dello Zambia all’84’, con il numero 10 Sakala che riceve all’altezza del dischetto del rigore e insacca nell’angolo alto. Ma gli azzurrini riescono a trovare ancora una volta il pareggio, grazie ad una meravigliosa punizione mancina di Dimarco. 2-2 e supplementari.

I supplementari

20 secondi dopo l’inizio dei tempi supplementari occasione clamorosa per lo Zambia, con Kalung, che da solo davanti a Zaccagno mette a lato. Evani inserisce Vido e Marchizza per Scalera e Panico e la partita diventa molto fisica. L’unica chance per gli azzurrini è verso la fine del primo tempo supplementare, con un piazzato di Orsolini fuori di poco.

Lo Zambia prova diverse volte la conclusione ma ancora una volta ad avere la meglio è il cuore dell’Italia. Al 111’ Dimarco pennella un angolo perfetto, sul quale arriva Luca Vido, che di testa insacca il 3-2. Evani inserisce Ghiglione per Orsolini con il suo quarto cambio (novità assoluta di questo Mondiale Under 20). Lo Zambia prova il forcing finale, ma gli uomini di Evani resistono e conquistano la semifinale, nella quale affronteranno l'Inghilterra, che nei quarti ha sconfitto il Messico 1-0.

Evani: "I ragazzi hanno reagito con carattere"

Non può che essere soddisfatto il ct Alberigo Evani al termine della vittoria sullo Zambia: "Abbiamo cominciato male - commenta il commissario tecnico -. Eravamo un po' impauriti, poi abbiamo subito l'espulsione e ho temuto il peggio. La squadra pero' ha reagito, ha messo grande carattere e abbiamo recuperato per due volte lo svantaggio. I ragazzi sono stati formidabili e hanno conquistato un risultato storico. Sapevamo che lo Zambia sarebbe stato un avversario ostico: hanno molta corsa e attaccano con piu' giocatori senza darti punti di riferimento. Ma quando i ragazzi hanno ripreso a giocare, nonostante l'uomo in meno, sono stati bravi a creare occasioni vincendo una partita che, lo ripeto, sembrava persa".

EVAni orgoglioso dei suoi: "Risultato straordinario"

EUROPEI U21

Tutti i siti Sky