Mayweather: "Sfidare Khabib o McGregor? Voglio 600 milioni per tornare sul ring"

Altri Sport

Il pugile statunitense alza la posta per tornare sul ring: "Potrei combattere contro Khabib o McGregor, ma il prezzo è 600 milioni di dollari: sono un uomo d'affari". E il russo risponde: "Nessuno gli darà quei soldi. Faccio io una proposta..."

26 agosto 2017. Da allora Floyd Mayweather non è più salito sul ring, ma ha promesso che in questo 2020 sarebbe tornato. Adesso, però, le condizioni per rivederlo all'opera rischiano di farsi più complicate. Parlando alla London's York Hall, infatti, Money ha fissato il prezzo per organizzare un incontro con lui protagonista. "Se devo combattere deve valerne la pena, per cui il mio prezzo è di 600 milioni di dollari - ha detto lo statunitense -. Al momento ci sono due nomi in ballo: sfidare Conor McGregor, che vorrebbe dire organizzare una rivincita, oppure Khabib Nurmagomedov. Il primo incontro con Notorius fu una questione d'affari, ma al momento non ha senso per me combattere contro un avversario qualunque. Se un incontro fa soldi vuol dire che è sensato: sono un uomo d'affari e non combatto con chi ha alle spalle solo una città, serve qualcuno che alle spalle abbia un intero Paese. Quello contro McGregor fu comunque un match divertente, del resto facciamo parte del mondo dell'intrattenimento".

Khabib: "Nessuno gli darà quei soldi. Ecco la mia proposta"

La risposta di Khabib non si è fatta attendere. "Chi gli darà tutti quei soldi? Non di certo io - ha spiegato il fighter russo in conferenza stampa -. Non cederà a questa cifra neanche Dana White (numero uno della Ufc). Se vuole combattere gliela faccio io una proposta: un incontro con 11 round di boxe e uno finale di Mma. Non credo riuscirebbe a mettermi al tappeto, io sono pronto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche