Spadafora: "A giorni arriveranno indennità per lavoratori sportivi"

Altri Sport

Il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport ha voluto rassicurare tutti tramite una diretta sulla propria pagina Facebook: "Da lunedì 8 giugno ci saranno tutti i criteri per accedere ai soldi del sostegno a fondo perduto". Poi sulla riforma del mondo sportivo: "Andrà in Consiglio dei Ministri prima di agosto"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI

 "La piattaforma per la registrazione è ancora chiusa e verrà riaperta l'8 giugno. Quel giorno stesso, sul sito dell'Ufficio dello sport, per le asd e le Ssd ci saranno tutti i criteri per accedere ai soldi del sostegno a fondo perduto, che servono per recuperare i danni subiti durante i tre mesi di chiusura. Al Credito sportivo, dove ci sono ancora risorse, sono arrivate centinaia di richieste, ma quello è un mutuo, un'altra cosa". Lo ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, in una diretta Facebook sulla propria pagina ufficiale: "Sulle attività sportive amatoriali posso dire che, dal 15 giugno bisognerà stabilire nuove regole - aggiunge - a quel punto spero che tutta l'attività riparta. Speriamo che la curva continui a dare esiti positivi. il 15 è un auspicio sul quale stiamo lavorando. Non è certo al 100% ma, se le cose andranno come stanno andando, non ci saranno problemi". Insomma, stando alle rassicurazioni del Ministro è da cerchiare in rosso la data dell'8 giugno. "Avverranno due cose importanti: si aprirà la finestra per chi la volta precedente non ha fatto domanda e, inoltre,  avrà tempo fino al 15 giugno per richiedere le indennità di aprile e maggio". Dei 131 mila che hanno fatto richiesta, il 99% delle richieste sono state accettate: "Per i primi di giugno avranno tutti le indennità. - rassicura Spadafora - Mercoledì tutte le risorse andranno a Sport e Salute, fra giovedì e venerdì dovrebbe essere i grado di bonificare non solo i 47 mila bonifici sospesi nel mese di marzo ma, negli stessi giorni, faranno anche il bonifico automatico. Nessuno dovrà rifare la pratica per aprile e maggio.

"Mondo dello sport da riformare"

"Ribadisco che la riforma dello sport andrà in consiglio dei Ministri prima di agosto. Il mondo dello sport e i suoi lavoratori vanno assolutamente riformati, a prescindere dall'emergenza. E' mio dovere assicurare a questo mondo tutte le tutele che finora non ci sono state. Le palestre? Incontrerò la ministra Lucia Azzolina e poi riferiremo la decisione presa - ha continuato il Ministro - il Coni e il Cip interverranno con un contributo di 5 milioni ciascuno alle Asd e alle Ssd, di questo ringrazio i presidenti Giovanni Malagò e Luca Pancalli. Il bando sport e periferie? Ci stiamo lavorando, siamo a un passo dalla chiusura, ne parlerò solo quando avrò certezze".

ALTRI SPORT: SCELTI PER TE