Tortu, deludente il debutto stagionale a Rieti. Bene Tamberi e Re

Atletica
Lia Capizzi

Lia Capizzi

Il debutto stagionale nei 100 metri di Filippo Tortu al meeting di Rieti è stato molto al di sotto delle aspettative. Molto bene invece Davide Re sui 200. Gimbo Tamberi si è confermato in grande forma nel salto in alto

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Comprensibilmente deluso Filippo Tortu: 10'28 in batteria e 10"31 in finale. È un debutto da cestinare, il lavoro sulle partenze richiede tempo per essere assimilato ma abbattersi non fa parte del suo carattere. "Un brutto risultato - ha ammesso - non quello che mi aspettavo e che volevo fare. Ma ci vuole pazienza, credo ciecamente in quello che stiamo facendo".

 

Molto bene Davide Re, che a Rieti oramai è di casa, trasferitosi da Imperia per allenarsi con Chiara Milardi. Nei 200 metri in 20"69 migliora addirittura di 21 centesimi il suo personale, c'e da sfregarsi le mani pensando a quando affronterà la sua gara, i 400 metri, il 16 luglio a Savona. "Sapevo di stare bene - ha raccontato a fine gara - abbiamo lavorato tanto sulla velocità quest’inverno. Però all’esordio non è mai facile e non mi apsettavo un tempo del genere, sono davvero contento".

 

È in grande forma Gimbo Tamberi. Nelle ultime settimane ha già saltato 2 metri e 30,  qui chiude a 2.27 ma sfiora di poco i 2.31: sarebbe stata la miglior prestazione mondiale stagionale. “Sto davvero molto bene - ha detto soddisfatto - ho lavorato benissimo durante l’anno. Adesso facciamo un mese di pausa e ripartiamo ad agosto, spero con delle gare internazionali e con un po’ di pubblico. Saltare così è molto difficile, devi trovare dentro di te le motivazioni”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche