Tortu, deludente il debutto stagionale a Rieti. Bene Tamberi e Re

Atletica
Lia Capizzi

Lia Capizzi

Il debutto stagionale nei 100 metri di Filippo Tortu al meeting di Rieti è stato molto al di sotto delle aspettative. Molto bene invece Davide Re sui 200. Gimbo Tamberi si è confermato in grande forma nel salto in alto

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Comprensibilmente deluso Filippo Tortu: 10'28 in batteria e 10"31 in finale. È un debutto da cestinare, il lavoro sulle partenze richiede tempo per essere assimilato ma abbattersi non fa parte del suo carattere. "Un brutto risultato - ha ammesso - non quello che mi aspettavo e che volevo fare. Ma ci vuole pazienza, credo ciecamente in quello che stiamo facendo".

 

Molto bene Davide Re, che a Rieti oramai è di casa, trasferitosi da Imperia per allenarsi con Chiara Milardi. Nei 200 metri in 20"69 migliora addirittura di 21 centesimi il suo personale, c'e da sfregarsi le mani pensando a quando affronterà la sua gara, i 400 metri, il 16 luglio a Savona. "Sapevo di stare bene - ha raccontato a fine gara - abbiamo lavorato tanto sulla velocità quest’inverno. Però all’esordio non è mai facile e non mi apsettavo un tempo del genere, sono davvero contento".

 

È in grande forma Gimbo Tamberi. Nelle ultime settimane ha già saltato 2 metri e 30,  qui chiude a 2.27 ma sfiora di poco i 2.31: sarebbe stata la miglior prestazione mondiale stagionale. “Sto davvero molto bene - ha detto soddisfatto - ho lavorato benissimo durante l’anno. Adesso facciamo un mese di pausa e ripartiamo ad agosto, spero con delle gare internazionali e con un po’ di pubblico. Saltare così è molto difficile, devi trovare dentro di te le motivazioni”.

ALTRI SPORT: SCELTI PER TE