Tamberi supera i 2,30 metri ad Ancona: miglior prestazione mondiale stagionale outdoor

salto in alto

Il saltatore delle Fiamme Gialle termina nel migliore dei modi il suo mini tour di rientro post lockdown superando la misura che gli vale il miglior primato mondiale all'aperto del 2020: "Mio nonno Marcello ha pianto dopo che ci sono riuscito. Era a vedermi con mia nonna Graziella: questo salto è per loro"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Gianmarco Tamberi vola sotto il cielo di Ancona. In quello che era il terzo appuntamento del suo mini tour di rientro dopo la pausa per il lockdown, il saltatore dall’iconico look a mezza barba è riuscito a completare la misura di 2,30 metri, riscattando il mancato tentativo fatto registrare sempre ad Ancona giovedì scorso e, soprattutto, eguagliando la miglior prestazione mondiale outdoor di questo 2020, già messa a segno da Jamal Wilson a gennaio, dall’australiano Brendon Starc e dal sudcoreano Sang-hyuk Woo a febbraio.

 

Sul campo Italico Conti Tamberi supera senza problemi le misure di 2,10 e 2,15, mentre deve ricorrere al terzo tentativo per liberarsi della quota di 2,22; i 2,27 sono liquidati in due tentativi e danno il via libera al saltatore delle Fiamme Gialle per superare quel 2,30 che cercava e credeva di meritare già a Formia: “Come alle indoor, anche stavolta mi è servita una settimana in più - commenta alla fine della gara - Lo aspettavamo, questo 2,30, e già da Formia avevo dimostrato di poterlo valere. Dovessi fare un bilancio di queste prime tre uscite, Formia resta la gara in cui sono stato più bravo, perché saltavo con rincorsa da 9 passi. Oggi ne ho messi dentro 11 per la prima volta dall’inizio e ho avuto qualche difficoltà, perché chiaramente si entra molto più veloci. Il 2,22 alla terza? Sì, ho fatto un gran bel salto e ritrovato la sensazione di uno stacco molto buono. Lì mi sono sbloccato. Per mia deformazione professionale guardo sempre a cosa va migliorato: nella terza prova a 2,34 mi è mancato un pelo di brillantezza sulla spinta finale. Ma per essere 81 kg non è male, considerato che il mio peso forma è 75 e mezzo”.

Tamberi e la dedica speciale

leggi anche

Tamberi salta 2.25 a Formia: dedica a Zanardi

Una grossa mano, oggi, gliel’hanno data gli amici e la famiglia: “Sono un sostegno enorme, ma mi ha fatto tanto piacere che ci fossero anche i miei nonni materni Marcello e Graziella, con mia mamma Sabrina. Nonno Marcello ha anche pianto dopo il 2,30, è stato bellissimo”. Finita la prima tranche della stagione, l’arrivederci è per agosto: “A posteriori i risultati mi rassicurano che il lavoro fatto per i Giochi Olimpici era giusto. Saltare 2,30 in queste condizioni è davvero tanta roba. Adesso bisogna ricaricare un po’ e cominciamo subito a preparare il ‘mondiale dell’anno’: il Golden Gala dello Stadio dei Marmi il 17 settembre”.

ALTRI SPORT: SCELTI PER TE