Mezza Maratona Valencia: Kandie stabilisce il nuovo record del mondo

Atletica

Il keniano Kibiwott ha stabilito il nuovo record del mondo nella mezza maratona, fermando il cronometro a 57'32". Una prestazione favorita dalle ottime condizioni climatiche, dal percorso ultraveloce di Valencia e anche dalle nuove scarpe "volanti" con piastre in carbonio e tacco ultra rinforzato. Nella maratona vittorie di Chebet tra gli uomini e Jepchirchir tra le donne

Il 24enne keniano Kibiwott Kandie ha polverizzato il record mondiale della mezza maratona maschile, a Valencia (Spagna), vincendo in 57'32" davanti al campione del mondo ugandese Jacob Kiplimo (57'37"). Il precedente primato apparteneva al keniano Geoffrey Kamworor, che aveva fermato il cronometro sul 58'01" nel settembre 2019, a Copenaghen. In realtà ben quattro atleti hanno concluso la prova valenciana con tempi al di sotto del vecchio primato mondiale: oltre a Kandie e Kiplimo, l'impresa è riuscita anche ai keniani Rhonex Kipruto (57'49") e Alexander Mutiso (57'59").

Le "scarpe volanti"

leggi anche

Duplantis e Rojas atleti mondiali dell’anno

Dopo avere superato in 27'25" il chilometro 10, Kibiwott Kandie è riuscito ad accelerare nuovamente nel 19/o km ed è andato in fuga in compagnia del rivale Kiplimo, che lo aveva già battuto ai Mondiali di Gdynia (Polonia) il 17 ottobre. Il keniota questa volta, però, si è preso la rivincita, staccandosi a poche centinaia di metri dal traguardo e concludendo la sua quarta mezza maratona dell'anno sotto i 59'. Una prestazione senza precedenti. La mezza maratona a Valencia è stata favorita dalle perfette condizioni del meteo, da un percorso piatto, noto per risultare ultraveloce, ma anche dall'utilizzo da parte della maggior parte degli atleti della nuova generazione di 'scarpe volanti' con piastre in carbonio e tacco ultra rinforzato. Fra le donne la 29enne etiope Genzebe Dibaba ha impressionato, vincendo la gara femminile in 1h05'18" nel proprio debutto sulla distanza, davanti alla keniana Sheila Chepkirui (1h05'39"). 

Maratona, vittorie di Chebet e Jepchirchir

Il Kenya si conferma anche nella maratona: in campo maschile successo di Evans Chebet (32 anni), in quello femminile di Peres Jepchirchir (27 anni, alla quinta miglior prestazione di tutti i tempi), con i tempi rispettivamente di 2h03'00" e 2h17'16". Dopo essere passato in 1h01"41 a metà gara, Evans Chebet ha dominato il connazionale Lawrence Cherono (2h03'04") nel tratto iniziale di una maratona ultraveloce per le perfette condizioni del meteo (30 atleti hanno completato la gara sotto le 2h10', come mai era accaduto). Jepchirchir ha inveece preceduto la connazionale Joyciline Jepkosgei, seconda al traguardo con il tempo di 2h18'40".

Straneo non ottiene crono per Tokyo

La 44enne azzurra Valeria Straneo (Laguna Running) non riesce a centrare lo standard olimpico per Tokyo, chiudendo la Maratona in 2h37'04" (37^). Il tempo minimo era di 2h29'30". L'altro azzurro in gara, Daniele D'Onofrio (Fiamme Oro), ha debuttato con il crono di 2h15'40", ottenendo il 59° posto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.