Marcell Jacobs: "Battere il record di Bolt? Si pensa ma non si dice"

Atletica
©LaPresse

Premiato come 'Uomo dell'anno' ai Gazzetta Sports Awards, il campione olimpico nei 100 metri (e nella staffetta 4x100) a Tokyo ha spiegato: "È stato un anno incredibile, ho sentito la spinta degli italiani e il ringraziamento va a loro. In passato ho avuto tanti momenti difficili che mi hanno reso più forte". E sullo storico record di Usain Bolt: "Nella mente di un atleta non ci sono limiti"

"Battere il record di Bolt? Nella mente di un atleta non ci sono limiti e lavoriamo ogni giorno per diventare i numeri uno. Quindi non si dice ma si pensa". Chi parla è Marcell Jacobs, campione olimpico nei 100 metri e nella staffetta 4x100 ai Giochi di Tokyo 2020, premiato 'Uomo dell'anno' ai Gazzetta Sports Awards. "Arrivavo da un anno importante - ha proseguito il 27enne atleta azzurro -, sentivo che potevamo fare qualcosa di incredibile. Si pensava di puntare a una medaglia da inizio anno, era un sogno sin da bambino: ci sono stati tanti momenti difficili, ma non mi hanno fermato e mi hanno reso più forte di prima".

Jacobs: "Grazie italiani, ho sentito la vostra spinta"

approfondimento

Jacobs "eccellenza italiana" per il New York Times

Parole e ringraziamenti in occasione della premiazione per Marcell: "È stato un anno incredibile, di grandi cose da parte di tutta l’Italia. Spero continuerà così. Ma non sono arrivato alle Olimpiadi da solo. Ho sentito la spinta degli italiani per arrivare a conquistare questa finale, un grazie va a voi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche