Ryder Cup, la spettatrice colpita da Koepka ha perso l'uso dell'occhio

Golf

Ha procurato un grave danno, il tiro di Brooks Koepka che nella prima giornata della Ryder Cup ha colpito in volto Corine Ramande: la spettatrice ha perso l'uso della vista dell'occhio destro

VIDEO: IL COLPO DI KOEPKA CHE HA COLPITO LA TIFOSA - LE FOTO

L'EUROPA VINCE LA RYDER CUP, E' IL TRIONFO DI MOLINARI

In un primo momento sembrava che l'incidente alla Ryder Cup si fosse risolto senza gravi conseguenze per Corine Ramande, la spettatrice che venerdì è stata colpita per errore in pieno volto dal tiro di Brooks Koepka. Ma così non è stato, purtroppo, perchè la tifosa ha perso l'uso della vista dell'occhio destro: "I chirurghi hanno dovuto riparare la frattura dell'orbita e l'esplosione del bulbo oculare" ha raccontato all'Agence France Press. Il marito ha confermato: "Nel migliore dei casi potrà solo vedere delle ombre dal suo occhio destro". Eppure, quando Koepka si è avvicinato per accertarsi delle sue condizioni, la spettatrice era relativamente tranquilla: "Non ho capito subito la gravità dell'accaduto. Ho provato a rimanere positiva con il golfista statunitense per non fargli perdere la concentrazione in chiave gara".
"C'è una chiara responsabilità di chi ha organizzato il torneo. Gli ufficiali di gara dovevano avvertirci in tempo sul fatto che stesse arrivando una pallina in mezzo al pubblico" ha aggiunto Corine Ramande, annunciando di voler denunciare gli organizzatori della Ryder Cup 2018.

L'organizzazione: "Fatto più di un avvertimento"

Queste le parole di portavoce della Ryder Cup: "E' doloroso venire a sapere che qualcuno possa aver subito conseguenze a lungo termine per il colpo di una pallina. Corine Ramande è stata curata immediatamente dai primi accorsi e portata in ospedale. Siamo stati in contatto con la famiglia collaborando per il trasferimento a Lione. Continueremo ad offrire appoggio fino a quando sarà necessario". La Ryder Cup precisa che "colpi di pallina sono un evento fortuito per gli spettatori ma questo tipo di incidente è estremamente raro". "Possiamo confermare - aggiunge l'organizzazione - che 'fore' (l'avvertimento al pubblico che la pallina è in volo) è stato gridato diverse volte, ma ci rendiamo conto di quanto sia difficile sapere dove e quanto ogni pallina cade se ti trovi nel pubblico".

Koepka: "Sono addolorato, resterò in contatto con la famiglia"

Attraverso i suoi profili social è arrivato anche il messaggio di supporto di Brooks Koepka a Corine Ramande e alla sua famiglia: "Sono profondamente addolorato per il tragico incidente occorso alla buca sei - ha scritto su Twitter il golfista americano - Appena ho saputo che le sue condizioni erano peggiori di quanto pensassi mi sono messo in contatto con lei e la famiglia per esprimere il mio sincero dispiacere. Resterò in contatto con loro per essere informato sugli sviluppi", ha concluso Koepka.

I più letti