Northern Trust: Molinari chiude a +6, Woods ritirato dopo il 1° giro

Golf

Il Northern Trust non sorride a due degli uomini più attesi: Molinari chiude sul fondo della classifica con un modesto +6, mentre Woods è stato costretto a ritirarsi per un problema fisico al termine del primo giro. Il prossimo fine settimana l'occasione del riscatto al BMW Championship, secondo appuntamento della FedEx Cup

LA SFIDA DELLE FEDEX CUP

IL LEADERBOARD COMPLETO

Un weekend da dimenticare per Francesco Molinari e Tiger Woods, delusi al termine del Northern Trust, che è svolto sul percorso del Liberty National GC (par 71), a Jersey City nel New Jersey. Nel primo dei tre tornei conclusivi della stagione del PGA Tour che portano all’assegnazione dei 15 milioni di dollari al vincitore della FedEx Cup, il torinese ha chiuso con un modesto +6 (290, 69 72 75 74) che lo ha relegato sul fondo della classifica, addirittura al terz'ultimo posto. Per Chicco, primo giro a parte, un fine settimana davvero complicato, con un parziale di +8 nelle ultime tre giornate. Al torneo erano stati ammessi i primi 125 (121 in gara) della classifica a punti FedEx, che si ridurranno a 70 nel prossimo evento (BMW Championship, 15-18 agosto) e a trenta nell’ultimo (Tour Championship, 22-25 agosto). Grazie alla sua classifica FedEX (intorno alla 30^ piazza) Molinari è comunque certo di essere protagonista anche il prossimo weekend, dove però dovrà cercare un buon risultato per entrare tra i primi 30 che chiuderanno la stagione al Tour Championship. 

Woods, ancora problemi fisici

Peggio è andata a Tiger Woods, che dopo un primo giro concluso al 116° posto (75, +4), è stato costretto a fermarsi a causa di una leggera tensione obliqua, dopo aver sofferto di rigidità nel corso della pro am del mercoledì. “Sono obbligato al ritiro – ha detto – poiché non sono riuscito a trarre giovamento dal trattamento fatto prima della partenza”. Il fenomeno americano ha aperto una possibilità per la prossima gara: “Ringrazio tutti coloro che mi hanno dato supporto e rimango fiducioso di poter competere nel prossimo BMW Championship”. Anche Woods ha la certezza di essere in gara al prossimo torneo (37° in classifica FedEx), in cui sarà costretto a un exploit per poi poter difendere il titolo del Tour Championship del 2018. 

I più letti