Mondiali nuoto 2019, Paltrinieri vince l'oro negli 800 stile libero

Nuoto

Gregorio Paltrinieri ha vinto l’oro nella finale degli 800 stile liberi nei mondiali di nuoto a Gwangju. Spaventosa la prova di Greg che ha chiuso del record europeo in 7:39.27, staccando tutti gli avversari tra cui Gabriele Detti, che da campione in carica è arrivato solo quinto

PALTRINIERI CI PROVA MA È SOLO BRONZO NEI 1500

LEGGENDA PELLEGRINI: QUARTO ORO MONDIALE NEI 200 STILE

SVELATE LE MEDAGLIE DI TOKYO 2020: FOTO

Uno spettacolo. Gregorio Paltrinieri ha messo su un vero e proprio show nella sua finale degli 800 stile libero, surclassando i suoi avversari e chiudendo con un eccellente 7:39.27 che vale il nuovo record europeo. Una prestazione per certi versi inattesa, come ha ammesso anche lui dopo la gara, ma che rende ancora più emozionante la sua prima medaglia d'oro nella specialità, il settimo titolo iridato della sua carriera. Lui, già due volte campione del mondo nel 2015 e nel 2017 sulla distanza dei 1.500, si è affermato per la prima volta sugli 800 battendo anche l'altro azzurro Gabriele Detti, che ha chiuso solamente con il quinto tempo dopo essere partito bene nelle prime vasche. Nessuno però è riuscito a sostenere la progressione di Paltrinieri, staccando di oltre due secondi la medaglia d'argento Henrik Christiansen e il bronzo David Aubry.

Le parole di Paltrinieri e Detti dopo la gara

Le parole di Gregorio Paltrinieri dopo la gara: "Sono contentissimo. È stata una bella gara, sono passato forte e ho cercato di mettermi sul mio ritmo. Pian piano ho acquisito sempre più vantaggio sugli altri. Erano quattro anni che non facevo un 800 fatto bene, questo è il primo dopo tanto tempo che ho fatto davvero bene. Dopo il Sette Colli non ci credevo neanche io, a sentire tutti avremmo dovuto ritirarci…".

Le parole di Gabriele Detti dopo la gara: "Non so, sono veramente distrutto ed è strano perché nei giorni scorsi stavo bene. L’aver ripreso a fare così tante gare ravvicinate mi ha stancato tanto, ma fa parte del gioco. Sono arrabbiato, questo tempo non è quello che valgo e lo so. Sono comunque contento che il titolo sia rimasto in casa, nessuno se lo meritava più di Greg".

Paltrinieri dopo la medaglia: "Sono un drago"

Paltrinieri è tornato a parlare dopo il podio: "Medaglia meravigliosa e incredibile, non ci sono parole. Mi ripaga di tante decisioni di questo periodo che ho portato avanti con l’appoggio di poche persone. Non è facile, non sono un alieno: avere qualcuno a fianco che mi dice la verità al mio fianco è molto importante. Ho la fortuna di fregarmene dell’ambiente esterno e di fare le cose con la mia testa. Sono competitivo in vasca, oggi mi è venuta bene questa gara. Le mie fatiche non sono finite: ho aspettative anche per la prossima gara. Siamo a metà del percorso, lo realizzerò solo l’anno prossimo a Tokyo. Questa gara era quella in cui mi sentivo meno pronto rispetto ai 1.500 e alla 10 chilometri. Questa vittoria mi galvanizza molto: argento a Kazan, bronzo a Budapest e adesso un oro che ho inseguito. Quando arrivo in gara mi carico, sono un drago".

I più letti