Pallanuoto, Champions: la Pro Recco batte 14-10 l'Osc in trasferta

Nuoto
Daniele Barone

Daniele Barone

La squadra ligure conquista una meritata e pesantissima vittoria esterna nella vasca ungherese dell'Osc, battuta grazie a una grande prova corale. Un successo che vale anche il secondo posto in classifica proprio ai danni dei rivali di oggi

L’ungherese è una lingua difficile, si sa. Non per la Pro Recco che, dopo il pareggio contro i campioni d’Europa del Ferencvaros, vince nella vasca dell’Osc e lo fa con una grande prova corale ma anche di prelibatezze individuali (il gol del 12-8 di Dusan Mandic, in apertura di quarto tempo, una girata detta “a elicottero”, entra d’autorità nella galleria delle reti più belle finora viste in questa Champions League). Buona squadra, quella di casa, con cinque nazionali ungheresi e tre nazionali serbi, tra cui il formidabile Prlainovic, ma buonissima e superiore è stata la Pro Recco, sempre in vantaggio, rimontata nel terzo tempo ma ancora capace di allungare nel momento decisivo del match. La vittoria è corposa ed è pesante anche per la classifica del girone perché è la vittoria del sorpasso: i campioni d’Italia sono di nuovo secondi. E lunedì prossimo, battendo a Novara la Dinamo Tblisi, ultimo del girone, e potendo, chissà, approfittare del derby di Budapest tra Ferencvaros e OSC, potrebbero riprendersi la vetta. Il futuro passa da un esame d’ungherese.

I più letti