Il tris mondiale di Bebe Vio, in versione Ninja

Scherma

Lia Capizzi

Bebe cala il tris. La fiorettista veneta ha conquistato la medaglia d'oro nel fioretto femminile, categoria B, ai Campionati del Mondo di scherma paralimpica in corso a Cheongju, in Corea del Sud. Per lei è il terzo titolo iridato dopo quelli conquistati ad Eger nel 2015 e a Roma nel 2017

BEBE E LA VITTORIA DEDICATA A BORTUZZO

BEBE VIO SBARCA A TOPOLINIA

Sempre super Bebe. La pluricampionessa veneta conquista l’oro nel fioretto, categoria B, ai Mondiali di Scherma Paralimpica in svolgimento a Cheongju (Corea del Sud). In finale la Vio ha battuto nettamente 15-5 la cinese Xiao. E’ il terzo oro mondiale consecutivo, dopo i titoli del 2015 e del 2017, per l’azzurra seguita a bordo pedana dal C.t. Simone Vanni, ex olimpionico di fioretto.

Un oro in versione Ninja per Bebe che ha gareggiato con la maglia di Radja Nainggolan sotto la divisa ufficiale (Foto Augusto Bizzi/Fis). L’amicizia tra Bebe e il calciatore del Cagliari è di lunga data con il belga sempre presente nel sostenere l’associazione Art4Sport, la Onlus della famiglia Vio che aiuta i ragazzi disabili nella pratica dello sport. Lo scorso 2 settembre Bebe era stata ospite del Cagliari Calcio in occasione della sfida contro l’Inter e proprio durante quest’incontro Nainggolan aveva regalato alla “ragazza magica” la sua nuova maglia di gioco. Il dono era stato immortalato con una foto e sue diversi messaggi sui rispettivi account social: “Sempre bello rivederti, quanto ti stimo…” e “Che sia Roma, Inter, Cagliari o avversario in Giochi Senza Barriere, Radja rimane sempre nel cuore”.

Con quest’oro mondiale Bebe Vio si qualifica per le Paralimpiadi di Tokyo 2020. In Giappone il prossimo anno dovrà difendere il titolo conquistato alle Paralimpiadi di Rio 2016, il successo più prestigioso della 22enne campionessa veneta. Una carriera che ha raggiunto livelli eccellenti: oltre ai tre ori iridati l’azzurra in bacheca ha tre ori Europei consecutivi (2014, 2016, 2018), in Coppa del Mondo è sempre salita sul podio nelle 32 tappe alle quali ha partecipato, con 24 successi. Resta valido il sogno di poter gareggiare a Tokyo anche nella sciabola, proprio qui ai Mondiali coreani Bebe ieri ha debuttato nella seconda arma ottenendo l’undicesimo posto: era la sua prima gara ufficiale nella sciabola.

I più letti