Slalom, Feller vince la gara delle finali di Coppa del mondo a Lenzerheide. Vinatzer 4°

Lenzerheide

Vittoria per Feller nello slalom che a Lenzerheide ha chiuso la stagione di Coppa del mondo di sci alpino. Dietro all'austriaco i francesi Noel e Pinturault, con Vinatzer quarto e giù dal podio per appena 21 centesimi. L'azzurro si consola con il premio di "Best skier under 23″. Fuori nella prima manche Manfred Moelgg

GIGANTE, VINCE ROBINSON. 4^ BRIGNONE

Manuel Feller vince in rimonta di cinque posizioni l’ultimo slalom di stagione a Lenzerheide con il tempo di 1’47″24, e precede i due francesi Clement Noel, staccato di 8 centesimi e Alexis Pinturault indietro di 11. Al quarto posto un ritrovato Alex Vinatzer, giù dal podio per soli 21 centesimi, e per la terza volta in stagione medaglia di legno, come ai Mondiali di Cortina. Manfred Moelgg è uscito nella prima manche, quando stava andando forte, e avrebbe potuto giocare le sue carte al meglio per un bel piazzamento finale.

Le classifiche finali

Le parole

Brignone: "Perso motivazioni, devo ritrovarmi"

Marco Schwarz conquista quindi la Coppa con 665 punti, davanti a Noel a quota 553 e a Zenhausern a 503. Vinatzer è 13° con 214 punti, migliore azzurro. Pinturault fissa il punteggio della Coppa generale a quota 1260, contro i 1093 di Odermatt e gli 814 proprio di Schwarz. Dominik Paris è il primo degli azzurri con il 15° posto a 426 punti.

Vinatzer 'Best skier under 23': "Sono molto oroglioso"

approfondimento

Bassino e la Coppa: "Dentro c'è un mondo". FOTO

"Quest’anno faccio collezione di quarti posti, è già il terzo - ha detto l'italiano, come riportato dal sito della Fisi -. Comunque sono soddisfatto, mi dispiace per qualche errore nella parte centrale della seconda manche. Comunque posso dire di essermi ritrovato. Gennaio è stato un mese veramente difficile, è andato come peggio non poteva andare, ma poi ho ritrovato il miglior feeling e ho rimesso in sesto tutto. Mi hanno anche detto che sono “Best skier under 23″: è un premio che mi rende molto orgoglioso. Sapevo che mi sarebbe bastato fare meglio di sesto e così è andata. Il prossimo anno ci sono le Olimpiadi e sono sicuro che tutta la squadra farà di tutto per presentarsi a quell’appuntamento senza che manchi nulla e per potercela giocare al massimo. Adesso ho una carica enorme, potrei andare avanti fino a giugno a sciare”.