Serie A, giornata 28: Milano doma Reggio Emilia, Brindisi va ko

Basket

Pietro Colnago

Vittoria netta dei campioni d'Italia. Sassari e Avellino non sbagliano, l'Enel cade a Caserta. Cremona batte Cantù e crede ancora alla salvezza

A due giornate dal termine della stagione regolare ci sono ancora molti verdetti da dirimere sia in cima che in fondo alla classifica. Sicure di giocare la postseason ad oggi sono solo sei squadre: Milano, da prima aritmetica, nella riedizione della finale dell’anno scorso batte 99-79 Reggio Emilia che ora si gioca con Sassari e Avellino le posizioni che vanno da terza a quinta: a fare la differenza la profondità del roster milanese e lo strapotere dei lunghi nonostante un secondo tempo impressionante di Amedeo Della Valle. A proposito di Sassari e Avellino: i sardi vincono per 79-87 a Torino ribaltando la partita nel secondo tempo con un parziale di 30-55 mettendo 5 giocatori in doppia cifra mentre i campani hanno ragione di Capo d’Orlando nell’anticipo del mezzogiorno; 68-76 in finale dopo che l’Orlandina con Diener, autore dei primi 13 punti della sua squadra, era riuscita a scavare il solco nel primo tempo. L’uomo del destino per Avellino è il solito Ragland, autore di una doppia doppia da 24 punti e 10 assist, protagonista assoluto del finale che lascia ancora aperta la lotta per il secondo posto con Venezia, vittoriosa per 87-91 su Varese grazie al 25-14 dell’ultimo quarto e Tonut che chiude con 16 punti. L’ultima sicurezza dei playoff riguarda Trento che strapazza Brescia per 99-59 mettendo ben 7 giocatori in doppia cifra. Tutto il resto è incertezza compresa la lotta per non retrocedere dopo che Cremona batte Cantù 93-82 con 18 punti di Wojcieckowski e Pesaro invece cade 87-83 a Pistoia che ancora è in lotta per i playoff.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche