WNBA, ufficiale: Cecilia Zandalasini giocherà per le Minnesota Lynx

Basket
La foto dell'annuncio condivisa sui social da @Italbasket

Dopo l'anticipazione di settimana scorsa, ora è arrivata l'ufficialità: Cecilia Zandalasini giocherà per le Minnesota Lynx, squadra di vertice della lega statunitense. Possibile esordio il 30 agosto contro Indiana in vista dei playoff, tornerà a ottobre per giocare con Schio

La notizia era nell’aria da tempo, specialmente dopo gli eccellenti Europei disputati con la maglia dell’Italia. Ora per Cecilia Zandalasini il sogno diventa realtà: la stella della Nazionale femminile giocherà il finale di stagione della WNBA, e non in una squadra banale. La “Zanda” si aggregherà alle Minnesota Lynx, la squadra attualmente in testa alla lega professionistica femminile statunitense con un record di 24 vittorie e 7 sconfitte, nonché la franchigia capace di arrivare in finale WNBA per cinque volte negli ultimi sei anni, portando a casa tre titoli nel 2011, 2013 e 2015. Ora manca anche poco per rivederla in campo: dopo la la mini-trasferta a Ovest, le Lynx torneranno a est per giocare nella “vicina” Indianapolis contro le Fever. Potrebbe essere quella del 30 la prima data buona per vedere Zandalasini in campo (la partita verrà trasmessa su Twitter), oppure in una delle ultime due partite casalinghe contro Chicago e Washington per prepararsi al meglio in vista dei playoff, la cui partenza è prevista per il 7 settembre. Cecilia è la settima italiana ad andare in WNBA dopo Catarina Pollini, Susanna Bonfiglio, Federica Zara, Raffaella Masciadri, Chicca Macchi e Kathrin Ress, e proprio a quest’ultima ha tolto il primato di italiana più giovane di sempre a sbarcare negli States (21 anni per la “Zanda” contro i 22 della Ress). Dopo la conclusione della stagione WNBA prevista al massimo per il 4 ottobre, Zandalasini tornerà in Italia per giocare la prossima stagione con la Famila Schio, la sua società di appartenenza. Intanto, si toglierà lo sfizio di assaggiare il sogno americano per un mese e mezzo circa, con la speranza di mettersi al dito un anelli che le Lynx hanno sempre vinto negli ultimi anni dispari.

. mi sveglio, guardo l'ora, sono le 5 e mezza. fuori c'è buio, ma non troppo. sta arrivando l'alba. la mia preferita. mi chiedo perché sono già sveglia, come mai non riesca più a prendere sonno. la sveglia è alle 7, ma non mi ricordo cosa devo fare. mentre ci penso la stanza si illumina, il sole sorge e questa dove sono non è la mia camera. mi alzo, di corsa, ho un attimo di panico. guardo fuori dalla finestra: grattacieli. Minneapolis. Minnesota. America. esco sul balcone. fa freddo, ma non mi importa. sono in America. chiudo gli occhi e la respiro, a pieni polmoni. ero solo una bambina che voleva imitare suo fratello con un pallone da basket. ero solo una bambina quando ho preso in mano il pallone. ora guarda dove sono. the dream is real. . 🇮🇹🇺🇸 . I wake up. looking at the time, it says 5:30am. it’s not that dark outside. the dawn is coming. my favorite time of the day. I wonder why I’m already up, why I can’t fall asleep anymore. the alarm clock is set at 7, but I just can’t remember what I have to do. while I think about it, the room lights up, the sun rises and I suddenly realize that this is not my room. I stand up. very quickly. I’m in panic. I look out of the window: skyscrapers. Minneapolis. Minnesota. America. I go out on the terrace. it’s cold, but I couldn’t care less. here I am, in the States. time to close my eyes. I take a deep breath. I was just a little girl who wanted to emulate her brother and play basketball. I was just a little girl when I first put my hands on a basketball. now look where I am. the dream is real. . . #GoFar

Un post condiviso da Cecilia Zandalasini (@zandi96) in data:

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche