Europei basket, gruppo D: vincono Lettonia, Russia e Turchia

Basket
porzingis_2

Segui insieme a noi le partite del gruppo D di Eurobasket: a Istanbul la Lettonia ha battuto il Belgio 92-64 grazie ai 27 punti di Kristaps Porzingis e Janis Timma. La Russia sorprende la favorita Serbia vincendo 75-72 grazie ai 22 di Shved. In serata la Turchia supera la Gran Bretagna 84-70 con 24 di Mahmutoglu

TUTTI I RISULTATI DI EUROBASKET 2017

Lettonia – Belgio 92-64: il racconto del match (IL TABELLINO)

Parte meglio il Belgio con un parziale di 8-2 per aprire la gara, ma la Lettonia risponde immediatamente portandosi in vantaggio con un contro-parziale di 9-0. Le due squadre continuano ad alternarsi alla guida della gara fino alla fine del primo quarto, che riflette l’equilibrio in campo nel punteggio di 25-24 per i belgi. La Lettonia prova a prendere il largo con un mini-parziale di 7-0 nel secondo quarto, ma il Belgio rimane attaccato alla gara distribuendo le responsabilità offensive (già 8 i giocatori a referto). I lettoni scappano comunque a +11 grazie alle invenzioni di Porzingis (già 18 punti con 6/12 dal campo nel solo primo tempo) e chiudono il primo tempo in totale controllo con 14 punti di vantaggio (47-33), complici le undici palle perse degli avversari. I tentativi di rimonta ad inizio secondo tempo si infrangono su Porzingis e sulla vena passatrice di Strelnieks (già 11 assist a inizio ripresa, 13 alla fine con 9 punti), ma piano piano il Belgio riesce a portarsi fino al -4, prima che Janis Timma (22 punti in tre quarti) rimetta 8 punti di distacco tra le due squadre per andare all’ultimo riposo lungo. Una super schiacciata al volo di Porzingis chiude definitivamente i giochi sul +12 a 7 minuti dalla fine: da lì in poi il Belgio si sgonfia fino a capitolare quando Sterlnieks dall’arco firma il +21. La Lettonia vince 92 a 64 grazie ai 27 punti a testa di Timma e Porzingis, mentre per il Belgio il migliore è Hervelle con 12.

Russia – Serbia 75-72: il racconto del match (IL TABELLINO)

La Russia sorprende subito la Serbia portandosi sul 10-3 in avvio e forzando il timeout di coach Djordjevic, imbufalito in panchina. La strigliata funziona perché i vice campioni olimpici confezionano un contro-parziale di 13-0 alzando il livello difensivo, con un Boban Marjanovic sugli scudi (9 punti) a guidare i suoi al vantaggio a fine primo quarto (21-18). I russi però ancora una volta cominciano meglio dopo la pausa e confezionano un 7-0 di parziale con cui si riportano avanti grazie a Shved che è già a quota 11 dopo poco più di un quarto, ma la partita resta in equilibrio con Marjanovic che continua a fare da centro di gravità permanente dell'attacco serbo. La Russia però risponde colpo su colpo e va a riposo in vantaggio sul 40-38. Nella ripresa il match resta in equilibrio, soprattutto perchè entrambe le squadre continuano ad andare a sbattere ripetutamente contro il ferro, ma a mantenere maggiore lucidità è la Russia, che alla fine la spunta grazie ai 22 punti di un eccellente Aleksey Shved, mentre ai serbi non bastano i 19 a testa di Bodganovic e Marjanovic. 

Turchia – Gran Bretagna 84-70: il racconto del match (IL TABELLINO)

La Gran Bretagna dà battaglia per quasi tutto il primo tempo rimanendo sotto la doppia cifra di scarto contro una squadra certamente superiore come la Turchia, che oltre al maggiore talento può contare anche sul supporto del pubblico di casa. I turchi provano a scappare appoggiandosi a Semih Erden sotto canestro (9 punti) e all’asse Guler-Korkmaz (16 punti in due), con gli ultimi due che costruiscono il vantaggio di +13 con cui si va all’intervallo. Nel terzo quarto sale in cattedra Mahmutoglu, che segna 9 dei suoi 24 punti finali nella frazione, ma la Gran Bretagna approfitta di un momento di sbandamento per tornare due volte sorprendentemente a -5. Alla Turchia basta tornare a fare le cose che fa meglio (dare palla dentro a Erden e affidarsi all'estro di Osman, autore della solita prova a tutto tondo con 11 punti, 7 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi e 2 stoppate) per riprendere un vantaggio di 11 lunghezze, poi mantenuto in relativa tranquillità fino all'84-70 finale. A fine giornata la classifica del gruppo vede la Russia in testa a punteggio pieno seguita da Lettona (+18 di differenza canestri), Turchia (+11), Serbia (+7) e Belgio (-15), con i britannici fanalini di coda con due sconfitte e un -27 complessivo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche