Europei, la Lettonia supera la Turchia: ecco gli ottavi

Basket
Foto @Fiba

Si è conclusa l'ultima giornata del gruppo D di Eurobasket: Russia e Serbia fanno il loro dovere vincendo contro Gran Bretagna e Belgio, ma è la vittoria della Lettonia sulla Turchia a decidere la classifica finale e gli ottavi: 1^ la Serbia che affronterà l'Ungheria, 2^ la Lettonia che prenderà il Montenegro, 3^ la Russia che incrocerà la Croazia e ultima la Turchia che giocherà con la Spagna

TUTTI I RISULTATI E LE CLASSIFICHE

Russia – Gran Bretagna 82-70: il racconto del match (IL TABELLINO)

Soffre più del dovuto la Russia, che voleva riprendersi con una vittoria dopo la bruciante sconfitta con la Lettonia e invece ha faticato ad avere ragione della Gran Bretagna. Gli avversari di giornata, già eliminati, hanno dato battaglia fino all’ultimo quarto, rimontando da -13 all’intervallo fino al -1 siglato da uno scatenato Dan Clark (miglior realizzatore dei suoi con 21 punti e un eccellente 4/4 da tre) a cui ha contribuito Gabe Olaseni (19 con 9 rimbalzi e 4 assist). Nel momento di maggiore bisogno, però, la Russia ha potuto fare affidamento sul suo miglior giocatore, Alexsey Shved: la stella del Khimki si è caricata la squadra sulle spalle e ha segnato i canestri più pesanti chiudendo con 30 punti, 8 assist e 6/9 dall’arco, nuovo record per la nazionale (e ovviamente suo personale). Ora la Russia aspetta i risultati di Serbia e Lettonia per capire il proprio posizionamento nel girone: in caso di arrivo a pari punti con le vittorie di entrambe, conterà la differenza canestri tra le tre squadre in cui parte svantaggiata.

Belgio – Serbia 54-74: il racconto del match (IL TABELLINO)

Il Belgio comincia la sua ultima partita a Eurobasket senza più nulla da chiedere, mentre la Serbia ha tutto da giocarsi dovendo vincere per mantenere il primo posto nel girone. I serbi però partono in maniera molto contratta e non riescono a scrollarsi di dosso gli avversari guidati dai 10 punti di Hervelle, che a metà secondo quarto si riportano anche a -1. L’immediato timeout di un infuriato Sasha Djordjevic produce gli effetti sperati sulla squadra, perché Bogdan Bogdanovic (10 punti e 5 assist) e Bojan Marjanovic (13 con 5/6 dal campo) guidano un parziale mostruoso di 20-0 che indirizza la partita verso i vice-campioni olimpici, avanti all’intervallo per 42-25. La storia non cambia nel secondo tempo, visto che lo scarto finale è precisamente di 20 punti, quelli prodotti dallo strappo del secondo quarto: finisce 74-54 con 22 punti per Marjanovic e 15 con 9 assist per Bodganovic, mentre il Belgio saluta Eurobasket con i 12 punti di Lecomte. Ora la Serbia aspetta il risultato di Lettonia-Turchia: in caso di vittoria lettone, sarà prima nel girone; in caso contrario, ad avanzare per prima sarà la Russia.

Turchia – Lettonia 79-89: il racconto del match (IL TABELLINO)

L’unica partita veramente importante di giornata, visto che oltre a coinvolgere direttamente le due squadre in campo anche Serbia e Russia osservano con grande interesse l’andamento della sfida. Lo spauracchio per le due nazionali in campo è la Spagna, che attende la perdente di questa serata: a partire meglio è la Lettonia con Kristaps Porzingis, subito a segno da tre punti al primo pallone toccato in attacco, ma la Turchia sente il supporto del pubblico di casa e con 11 punti in fila di Mahmutoglu si porta in vantaggio. Il resto del primo quarto prosegue sui binari dell’equilibrio con la gara si mantiene vivace e ben giocata: a chiudere i primi dieci minuti in vantaggio sono i lettoni per 24-22. La famiglia Bertans, Dairis e Davis, infiamma l’inizio di secondo quarto con cui i lettoni vanno sul +9, e dopo un breve rientro dei turchi, cinque punti in fila di Porzingis firmano il primo +10 della gara. La Turchia sembra poter rimanere a contatto solo quando si accende Mahmutoglu (14 punti nel primo tempo) che li riporta a -6, ma un canestro taglia-gambe del veteranissimo Janis Blums permette alla Lettonia di andare all’intervallo sul 47-38, con Porzingis già a quota 16.

I due protagonisti del primo tempo, Mahmutoglu e Porzingis, si scambiano triple difficilissime a vicenda per aprire il terzo quarto, ma è sempre la Lettonia a mantenere saldamente le redini della gara. Nel momento in cui il lungo dei New York Knicks va a schiacciare di prepotenza i punti numero 25 e 26 della sua partita la gara sembra finita (57-47), ma Cedi Osman continua a non arrendersi e lascia in campo tutto quello che ha attaccando a testa bassa e salendo a quota 19 punti. Blums però è incandescente dall’arco (5/7) e tiene a lungo lontani i turchi, ma l’ultima sgasata a fine terzo quarto permette ai padroni di casa di chiudere solo a -6. Osman in contropiede ispira il -4 che forza il timeout lettone e la Turchia si porta anche a un solo possesso di distanza, ma la Lettonia non perde la lucidità e costruisce un altro parzialino per riportarsi a +9, mentre la spia della riserva pare accendersi sopra le teste dei turchi, con Mahmutoglu che si prende un fallo antisportivo e manda la Lettonia a +10 a poco meno di 4 minuti dalla fine. Nonostante un Osman mai domo – 24 punti, 6 rimbalzi e 5 assist alla fine –, il risultato non cambia: finisce 89 a 79 per la Lettonia che chiude quindi al secondo posto nel girone e giocherà contro il Montenegro, mentre la Turchia affronterà la Spagna.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche