Basket, 1^giornata di Serie A: Sassari va di corsa. EA7, buona la prima

Basket

Pietro Colnago

ea7

L'Olimpia soffre ma riesce a vincere a Cremona contro la Vanoli (76-60). Migliori marcatori da una parte Sims con 14 e dall'altra Gudaitis con 17. A Sassari una Dinamo rinnovata e ringiovanita esordisce nel migliore dei modi di fronte ai propri tifosi: i ragazzi del coach Federico Pasquini superano la Red October Cantù con un netto 94-80

RISULTATI E CLASSIFICA

Dopo le vittorie di Trento e Torino: la prima in casa in rimonta nell’anticipo del sabato grazie ai 19 punti di Shields, sulla Virtus cui non sono bastati i 36 punti in due della coppia Ale Gentile e Aradori, la seconda in trasferta a Brindisi nell’anticipo della domenica mezzogiorno con i canestri decisivi di Vujacic dopo che Giuri aveva rimportato sotto i padroni di casa, la prima giornata della serie A va agli archivi con più vittorie esterne che casalinghe.

Milano, buona la prima

Vince a Cremona la nuova Milano di Piangiani: 60-76 il finale dopo che la squadra di Sacchetti aveva chiuso in vantaggio il primo quarto con un Sims in grande evidenza. Il parziale del secondo tempo è 27-40 per l’Olimpia che approfitta della sua profondità di roster e mette in vetrina tutti i suoi nuovi arrivati: il migliore è Gudaitis che firma una doppia doppia da 17 punti e 11 rimbalzi, Goudelock ne segna 16 nei due quarti centrali, Bertans con 15 è mortifero nella ripresa e Micov con 13 rappresenta la continuità per tutta la partita. Non bastano i 18 di Sims perché Cremona deve fare i conti con la giornata storta di Travis Diener, 0 punti con 0 su 5 dal campo in 20 minuti.

Sassari da corsa

Sassari batte in casa Cantù 94-80 trovando soddisfazione nel secondo tempo. Dopo che nel primo randolph da una parte e Smith dall’altra si erano divisi il palcoscenico per il 47-45 dell’intervallo, nella ripresa è Sassari a piazzare il parziale di 14-4 con protagonisti assoluti Polonara e Spissu. Sul loro abbrivio Sassari costruisce la vittoria mettendo alla fine ben sei giocatori in doppia cifra e chiudendo in scioltezza non patendo molto i 22 segnati da Smith.

Brescia in rimonta

Pesaro subisce la prima beffa della stagione , sconfitta da Brescia 70-73 nella volata finale. Primo quarto tutto pesarese con Ceron e Molandi a firmare il 26-17, ritorno di Brescia nel secondo condotta da un Luca Vitali chirurgico nelle sue invenzioni. Equilibrio poi fino alla volata finale nella quale Pesaro entra con 7 punti di vantaggio frutto dei canestri di un Ceron ispiratissimo, 18 punti per lui alla fine, e di Moore. La rimonta bresciana prende il via dai canestri tutti italiani di Luca Vitali e Sacchetti, 22 punti in due, e sulla parità è il canestro di Moore, quello di Brescia, a firmare il successo esterno.

La prima di Venezia

Nel posticipo serale i campioni d’Italia della Reyer passeggiano a Varese vincendo 62-80 la loro prima stagionale nei due quarti centrali quando con un parziale di 29-47 hanno messo al sicuro il risultato mettendo in vetrina un Dominique Johnson, ex di serata, che chiude a quota 22, ma anche una partita con oltre il 50% nel tiro da 3 punti e la cifra record di 23 assist di squadra.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche