Basket, Qualificazioni Mondiali 2019: Italbasket, il primo ostacolo è la Romania. Programma e guida tv

Basket
aradori_getty

L'Italia comincia la sua corsa verso il Mondiale cinese ospitando al PalaRuffini di Torino la Romania di una vecchia conoscenza della nostra pallacanestro come Zare Markovski. Il debutto in panchina di Sacchetti, il ritorno in azzurro di Gentile, la prima da capitano di Aradori: ecco i temi del match di venerdì, in diretta esclusiva su Sky Sport 2 HD alle 20.15

GUIDA TV: ITALIA-ROMANIA SU SKY

Altro giro, altra corsa. Ad appena due mesi dalla sfortunata campagna agli Europei, terminata ai quarti di finale contro la Serbia poi medaglia d'argento, torna sul parquet l'Italbasket nella prima giornata delle Qualificazioni ai Mondiali del 2019 in Cina. Al PalaRuffini di Torino (tutto esaurito da giorni), la squadra del ct Meo Sacchetti, al debutto sulla panchina della Nazionale, affronterà venerdì la Romania (diretta Sky Sport 2 HD alle 20.15) nella prima giornata del gruppo D. Si tratta di una novità assoluta, visto che per la prima volta si gioca nelle finestre stabilite dalla FIBA all'interno della stagione regolare. Anche per questo motivo, molte squadre dovranno fare a meno dei giocatori impegnati nella NBA o in Eurolega. Coach Sacchetti ha dunque pescato a piene mani dal campionato di Serie A, affidandosi ad alcuni reduci dell'ultimo Europeo (Aradori, Filloy, Biligha, Abass e Burns) e richiamando qualche vecchia conoscenza come Polonara, Crosariol e soprattutto Alessandro Gentile. Proprio sull'ex capitano dell'Olimpia sono puntati tutti i riflettori, come d'abitudine fin dagli albori della sua carriera: Ale ha saltato l'ultimo Eurobasket dopo una stagione a dir poco travagliata passata tra Milano, Atene e Gerusalemme, ma ora sembra aver ritrovato serenità e costanza a Bologna sponda Virtus. Gentile è il miglior marcatore della Serie A con 18.3 punti di media per partita, a cui aggiunge anche oltre 8 rimbalzi e quasi due palle rubate. Il tutto nonostante il 16% da tre e il 54% ai liberi. La contemporanea assenza dei vari Belinelli, Datome e Gallinari, consegna al figlio di Nando le chiavi della squadra: sarà lui a gestire i palloni fondamentali in queste 48 ore di Qualificazioni, che vedranno gli azzurri tornare sul parquet già domenica a Zagabria contro la Croazia.

Aradori, parole da capitano: "Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità"

La Romania è una squadra che non può fare paura agli Azzurri. Numero 61 del ranking FIBA (la peggiore del girone), ha l'insidia principale nel suo ct, quello Zare Markovski che come Meo Sacchetti debutterà a Torino sulla panchina della Nazionale di Bucarest, ennesima avventura di un autentico giramondo della pallacanestro. L'allenatore macedone, in questa stagione anche alla guida del Trabzonspor, conosce alla perfezione il basket e i giocatori italiani, avendo guidato solo negli ultimi anni Pesaro, Venezia, Caserta e Scafati. In passato, Zare si era seduto anche sulle panchine di Sassari, Avellino, Reggio Emilia, Virtus Bologna e Milano: per lui sarà come un derby. Insieme a Gentile, uno degli uomini più attesi tra Torino e Zagabria è Pietro Aradori, che contro la Romania giocherà la gara numero 138 con la maglia azzurra, la prima da capitano: “E' un grande onore, sono orgoglioso di essere stato nominato capitano - ha spiegato la guardia della Virtus Bologna, 17 punti di media con il 91,7% ai liberi e il 41,8% da tre -. So di avere delle responsabilità, devo portare il mio vissuto in azzurro, e aiutare tutti, soprattutto i ragazzi più giovani che sono alla prima esperienza in Nazionale”. Le finestre di qualificazione sono una novità anche per un giocatore che quest'anno ha festeggiato i dieci anni dalla prima convocazione: “Siamo abituati a radunarci d'estate con un gran caldo, e con almeno quattro-cinque settimane a disposizione - ha spiegato l'ex Reggio Emilia-. Ora siamo d'inverno, e con pochissimo tempo per conoscerci. Questo vuol dire che spetta a noi giocatori fare ancora di più. In questo abbiamo la fortuna di avere coach Sacchetti, che sa benissimo come far rendere al massimo ogni singolo giocatore. Prenderci le nostre responsabilità è la prima cosa che ci ha detto. Sempre, ovviamente, nel rispetto della squadra e dei compagni”.

Italia-Romania: statistiche e curiosità

Dopo il Torneo Preolimpico 2016 (sconfitta in finale con la Croazia), la Nazionale torna a Torino, che ospiterà per la ventesima volta una gara dell’Italbasket. Nei 19 precedenti, gli azzurri contano 16 vittorie e 3 sconfitte. L’ultima partita al PalaRuffini è invece datata 17 settembre 2008, quando nelle Qualificazioni all’Europeo 2009, l’Italia sconfisse la Bulgaria 82-81. Sorridono anche i precedenti con la Romania, con la quale vantiamo 17 affermazioni e solo 4 ko. L'ultimo incrocio è piuttosto datato, 2 luglio 1981, quando in una gara amichevole gli azzurri si imposero 92-86. La vittoria più larga è del 31 agosto 1968 a Cortina d'Ampezzo (85-62 il punteggio). Nel Campionato Europeo del 1963 in Polonia, invece, arrivò la sconfitta più pesante (66-85). Per la Nazionale italiana, quella contro la Romania sarà la gara numero 1449 della sua storia: il bilancio è di 958 vittorie e 490 sconfitte. In casa gli azzurri hanno giocato 555 volte, con un record di 441-114 (79.4% di vittorie). Sarà inoltre la 29esima volta che l'Italbasket disputerà una partita in Piemonte: Torino la meta preferita (19 match), poi Biella (8) e Casale Monferrato (1). 

Formula e calendario completo

L'Italia è inserita nel Girone D con Romania, Croazia, Paesi Bassi. Passano al turno successivo le prime tre del gruppo. Alla seconda fase l’Italia, in caso di qualificazione, incrocerà il girone C, composto da Polonia, Lituania, Ungheria e Kosovo. Si formerà dunque un gruppo da sei formazioni. Tutte le squadre porteranno con sé i punti fatti nella prima fase con le formazioni qualificate e non potranno incontrarsi di nuovo le squadre che si sono già affrontate nella prima fase. Le prime tre del girone saranno qualificate al Mondiale che si svolgerà  dal 31 agosto al 19 settembre 2019 e che regalerà anche immediatamente due pass per i Giochi di Tokyo 2020. 

24 novembre 2017
Italia-Romania (diretta Sky Sport 2 HD), Paesi Bassi-Croazia

26 novembre 2017
Croazia-Italia (diretta Sky Sport), Romania-Paesi Bassi

23 febbraio 2018
Italia-Paesi Bassi, Croazia-Romania

26 febbraio 2018
Romania-Italia, Croazia-Paesi Bassi

28 giugno 2018
Italia-Croazia, Paesi Bassi-Romania

1 luglio 2018

Paesi Bassi-Italia, Romania-Croazia

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche