Basket, Qualificazioni Mondiali 2019: l’Italia cala il tris, Olanda battuta 80-62

Basket

Claudio Barbieri

Terzo successo consecutivo per gli Azzurri, che davanti agli oltre 5mila del Palaverde di Treviso schiacciano l'Olanda 80-62 trascinati dai 22 punti di Della Valle e dai 13 di Abass. Lunedì la trasferta in Romania: con il primo posto solitario in classifica, la seconda fase è sempre più vicina

L’Italia non sbaglia e vince contro l’Olanda 80-62 nel terzo turno delle Qualificazioni alla FIBA World Cup 2019. In un Palaverde di Treviso sold-out (5.300 spettatori) ed entusiasta, gli azzurri hanno centrato la terza vittoria consecutiva del girone D, che li pone in prima posizione solitaria in classifica, il tutto nonostante le pesanti assenze di capitan Aradori e di Alessandro Gentile. Lunedì è in programma la trasferta a Cluj-Napoca (ore 18, diretta Sky Sport 2 HD) contro la Romania, che a sorpresa ha espugnato il campo della Croazia 58-56. 

Il racconto del primo tempo

Sacchetti decide di partire con un quintetto formato da Luca Vitali, Della Valle, Abass, Pascolo e Burns. E' proprio il doppio zero della Reggiana ad aprire le marcature con una tripla dal centro, a cui replicano gli Orange. Burns ne mette subito altri 3 (6-4 al 2') e anche Pascolo e Abass vanno a referto per il 10-4. L'Italia difende bene il ferro e gira palla perfettamente nella metà campo offensiva: il 23 di Milano segna i due liberi che valgono il +8 (12-4 al 5') e che costringono coach Toon Van Helfteren al time-out. Abass è un rebus irrisolvibile per la difesa ospite (6 punti) e va in panca sul 14-4 per l'Italbasket. Biligha fa 2/2 dalla lunetta per il +12, continuando a fare a sportellate con i lunghi olandesi sotto i tabelloni. Williams e Franke interrompono il parziale azzurro, ma il primo pallone toccato da Flaccadori vale il 19-7 al 7'. Esordisce anche Gaspardo, con l'Olanda che trova la prima tripla del suo match con Schaftenaar, a cui replica uno scatenato Flaccadori in versione Klay Thompson (6 punti in due tiri per il 24-12 al 9'). Le seconde linee di Sacchetti rispondono presente e consentono all'Italbasket di arrivare al primo mini riposo avanti 26-13, grazie al 4/10 dalla lunga e al pregevole 8/8 dalla lunetta, con gli olandesi costretti a un terribile 26% dal campo. Gli ospiti si sbloccano subito nel secondo periodo con una tripla, prima che un tecnico alla panchina arancione e tre liberi di Della Valle consentano di scrivere il 30-16 al 12'. L'Olanda vive solamente di rimbalzi offensivi (11 a metà periodo) e giocate fisiche, mentre Burns dall'altra parte viene premiato per la sua infinita energia con il gioco da tre punti (35-20 al 14'). Sacchetti è costretto al time-out per cercare di arginare lo strapotere olandese sotto i tabelloni (14-22 il conto al 16'), che consentono agli ospiti di tornare a -12. Gli Orange tornano in partita con il 12° punto di Schaftenaar, ma sono i primi liberi di Luca Vitali a riportare il vantaggio azzurro in doppia cifra (38-27 al 17'). L'Italia perde un paio di palloni sanguinosi, facendo fatica ad attaccare contro la difesa schierata degli avversari. Della Valle segna due punti d'oro in contropiede, seguito da Brian Sacchetti che centra al terzo tentativo la sua prima tripla della partita (43-29 al 18'). Della Valle capitalizza un antisportivo fischiato ad Hammink (45-31), nell'altra metà campo è Oudendag a far fruttare un gioco da tre punti che vale il 45-34 con cui si va negli spogliatoi. Olanda che domina a rimbalzo (13 offensivi), trascinata da uno Schaftenaar da 12 punti (4/5 dal campo). Ottimi i primi 12'-13' degli Azzurri, che si sono spenti nel finale del secondo periodo nonostante gli 11 punti di Della Valle e i 9 di Burns, con Filloy ottimo distributore di palloni (5 assist). 

Il racconto del secondo tempo

Della Valle apre subito la ripresa con un pregevole layup, sfruttando un rimbalzo offensivo di Burns. L'Italia fatica ancora al tiro dalla lunga (5/20), ma l'Olanda non ne approfitta perdendo un paio di banali palloni (49-34 al 22'). Della Valle fa 9/10 ai liberi nel suo match e fa volare gli azzurri sul +18, con l'Olanda che segna il suo primo canestro dopo 4'30'' di digiuno (52-36 al 25'). Luca Vitali segna il suo primo canestro dal campo, imitato subito dopo da Fontecchio, ma è la difesa la marcia in più della banda di Sacchetti, che alza il volume e rende difficile ogni possesso (57-38 al 27'). Flaccadori non ne sbaglia una, ma finisce nel trappolone olandese con un fallo antisportivo per un colpo su Slagter. Coach Sacchetti butta nella mischia anche Michele Vitali, ma è Filloy a segnare il sottomano del +19 (61-42 al 29'), che costringe Van der Holst a un time-out riparatore nel tripudio del Palaverde esaurito. Flaccadori va in doppia cifra nella serata del suo esordio, ma con sei punti in due azioni gli olandesi tengono viva un piccola fiammella di speranza (63-48 al 30'). Il Palaverde intona l'inno di Mameli, Filloy lo ripaga con l'arresto e tiro del 65-50; la grinta di Brian Sacchetti sopperisce un paio di errori di troppo in attacco degli azzurri, subito richiamati all'ordine da papà-coach Meo. Kloof (10 punti) si guadagna un antisportivo, poi tanta confusione da cui esce vincente ancora Sacchetti, che con due liberi riporta l'Italia sopra di 15 (67-52 al 33'). L'Olanda prosegue con la sua filosofia di gioco: palla sotto, piccole scorrettezze, sbracciate e contatti fisici durissimi, ma paga le 18 palle perse e il 36% dal campo. Della Valle è caldo da dietro l'arco, imitato subito dopo da Abass, con l'Italia che vola sul +22 (74-52 al 36'). Gli Orange tornano a segnare dopo un'eternità e una serie incredibili di errori, Burns è ovunque in attacco e in difesa, ma due schiacciate di fila degli ospiti fanno arrabbiare Sacchetti, che chiama time-out (74-59 al 38'). Vitali e Della Valle la mettono da tre per il +20, i due coach svuotano le panchine per l'ultimo minuto: finisce 80-62 per gli azzurri, che festeggiano il terzo successo di fila in queste Qualificazioni Mondiali. 

Italia: Della Valle 22, Abass 13, Flaccadori 10, Burns 8, L. Vitali 7, Sacchetti 5, Pascolo 4, Biligha 4, Filloy 4, Fontecchio 3, Gaspardo, M. Vitali. 

Risultati, classifica e calendario

L'Italia è inserita nel Girone D con Romania, Croazia e Paesi Bassi. Passano al turno successivo le prime tre del gruppo. Alla seconda fase l’Italia, in caso di qualificazione, incrocerà il girone C, composto da Polonia, Lituania, Ungheria e Kosovo. Si formerà dunque un gruppo da sei formazioni. Tutte le squadre porteranno con sé i punti fatti nella prima fase con le formazioni qualificate e non potranno incontrare di nuovo le squadre già affrontate nella prima fase. Le prime tre del girone saranno qualificate al Mondiale che si svolgerà dal 31 agosto al 19 settembre 2019 e che regalerà anche immediatamente due pass per i Giochi di Tokyo 2020.

24 novembre 2017

Italia-Romania 75-70, Paesi Bassi-Croazia 68-61

26 novembre 2017

Croazia-Italia 64-80, Romania-Paesi Bassi 75-68

23 febbraio 2018

Italia-Paesi Bassi 80-62, Croazia-Romania 56-58
ClassificaItalia 3-0, Romania 2-1, Paesi Bassi 1-2, Croazia 0-3

26 febbraio 2018

Romania-Italia, Croazia-Paesi Bassi

28 giugno 2018

Italia-Croazia, Paesi Bassi-Romania

1 luglio 2018

Paesi Bassi-Italia, Romania-Croazia

LA PROGRAMMAZIONE IN DIRETTA ESCLUSIVA E IN ALTA DEFINIZIONE:


Lunedì 26 febbraio
Romania–Italia ore 18 - Sky Sport 2 HD (pre partita ore 17.30; post partita ore 20)

Le due sfide saranno commentate da Flavio Tranquillo e Davide Pessina. Lo studio pre e post partita sarà condotto da Alessandro Mamoli, in compagnia di Matteo Soragna.

I più letti