Basket, Serie A: Varese batte Trento 93-85, terzo ko di fila per la Dolomiti Energia

Basket

A Masnago la squadra di coach Caja domina per 40', trascinata dai 19 punti di Scrubb e apre la crisi dei vice-campioni d'Italia, ancora a secco di vittorie in Serie A e ko in sei delle sette partite giocate

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA

VARESE-TRENTO, IL TABELLINO

Varese batte Trento 93-85 nell'anticipo di mezzogiorno della terza giornata di Serie A. A Masnago si apre la crisi della Dolomiti Energia vice-campione d'Italia, che incassa il terzo ko consecutivo di questa stagione, il sesto nelle prime sette partite ufficiali giocate. Mai i trentini, da quando giocano in Serie A, erano partiti così male. La squadra di coach Caja, trascinata dai 19 punti di Scrubb e con sei uomini in doppia cifra, sale invece a quota 4 punti in classifica, rimediando alla brutta sconfitta della scorsa settimana a Sassari e confermandosi una delle squadre che possono ambire a un posto tra le grandi di questo campionato. 

Varese-Trento 93-85, la cronaca

Il pericolo numero 1 Avramovic (24,5 punti di media) viene contenuto piuttosto bene dalla difesa di coach Buscaglia (3 punti), così ci pensa Scrubb a trascinare Varese avanti a fine primo quarto 23-20, con la Dolomiti che si aggrappa a Flaccadori (9 punti e 3/5 dalla lunga) per restare a contatto. Tambone esce bollente dalla panca e con 10 punti senza errori dal campo, produce il massimo vantaggio per Varese (40-28 al 15'). Trento fatica tremendamente in attacco (38%), la squadra di Caja non scappa via solo a causa del pessimo 4/13 dalla lunetta con cui chiude il primo tempo, che vede la Openjobmetis avanti 45-33. Avramovic entra in partita nella ripresa e con un paio di buone iniziative  ritocca il massimo vantaggio biancorosso a +16 a metà del terzo quarto  (62-46 al 26'). Trento è in pratica solo Forray e Flaccadori (20 e 23 punti), mentre i padroni di casa speculano sul tiro dalla lunga contro la zona ospite (10/20) e arrivano al 30' in pieno controllo (73-58). Il primo squillo di Radicevic illude Trento, che rientra fino al -10 prima di vedere ancora una volta la squadra di Caja allungare grazie allo scatenato Scrubb (82-68 al 34'). Varese manda sei uomini in doppia cifra, Hogue e Marble invece litigano in continuazione con il ferro, costringendo la Dolomiti Energia al terzo stop consecutivo in campionato, la sesta in sette partite ufficiali. Se non è crisi, poco ci manca.

Cantù passa facilmente a Cremona

Nell'anticipo del sabato sera, la Red October Cantù passa al PalaRadi contro la Vanoli 96-79. Cremona non è riuscita a ripetere, a livello di intensità, le due partite con Trento e Avellino, subendo la prima sconfitta della stagione tra le mura amiche. La Vanoli ha faticato fin da subito a contenere gli uno contro uno dei canturini, con le triple di Gaines (13 punti nel quarto) a scavare il primo solco al 10' (21-30). Nel secondo periodo Cremona fatica in attacco, sparando a salve dalla lunga (0/7) e sbagliando tanto anche in avvicinamento (4/14), la Red October invece alza ancor di più il livello di intensità messo in campo e con un parziale di 8-21 arriva al 29-51 all’intervallo. Il 48-74 del 30’ trasforma definitivamente gli ultimi dieci minuti in un lungo garbage time dove Cremona riesce ad aggiustare leggermente le statistiche e a contenere il divario sotto i 20 punti. Mvp del match è Davon Jefferson, a referto con 25 punti con 11/17 al tiro e 7 rimbalzi, mentre per la Vanoli Crawford chiude con 21 punti e 7 rimbalzi, Ricci 20 con 4 rimbalzi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.