Eurolega: l'Olimpia Milano perde con l'Efes Istanbul 81-76

Basket

Claudio Barbieri

©Ansa

L'AX incassa il primo ko casalingo in Eurolega ad opera dell'Efes, che passa al Forum 81-76 grazie alle giocate nel finale di Larkin. La squadra di Messina paga la stanchezza dopo il successo di martedì contro il Maccabi e la serata storta di Scola (3 punti) e Rodriguez

L'Olimpia Milano perde 81-76 con l'Efes Istanbul nel 10° turno di Eurolega, incassando il primo ko casalingo di questa stagione in Europa. La squadra di coach Messina, reduce dal successo di 48 ore fa contro il Maccabi nella notte dedicata a Dino Meneghin, ha pagato la stanchezza del doppio impegno ravvicinato, arrivando a corto di benzina nell'ultimo periodo. L'Efes, finalista lo scorso anno e tra le favorite per il titolo, ha sfruttato la serata storta di Scola (3 punti con 1/7 dal campo) e Rodriguez (11 punti con 9 assist ma 4/13 al tiro) e più in generale un 40% dal campo che racconta molto della fatica in attacco patita dall'AX. In un match così equilibrato la differenza l'ha fatta Larkin (17 punti) e lo straordinario 23/24 dalla lunetta dei turchi, ora primi in classifica con un record di 8-2, proprio davanti a Milano.

 

Olimpia Milano-Efes Istanbul, la cronaca

Mani piuttosto fredde in avvio per l'AX (2/8 dal campo), che si aggrappa al solito Rodriguez, che segna tutti i primi 5 punti della sua squadra (5-9 al 3'). Messina chiama a raccolta i suoi, che rispondono  presente alzando l'intensità in difesa, anche se Pleiss (6 punti e 5 rimbalzi) è un rebus irrisolvibile per i lunghi biancorossi (12-16 al 7'). Biligha e Brooks alzano la voce e l'Olimpia, nonostante un pessimo 18% da dentro l'arco, corredato da 4 palle perse, va al primo mini intervallo avanti di una lunghezza (17-16). Milano compensa le brutte percentuali dal pitturato con un roboante 6/9 dalla lunga, a cui White e Brooks danno un sostanzioso contributo con due triple a testa (27-26 al 13'). L'Efes prova a piazzare il primo allungo guidato da uno scatenato Larkin (8 punti in un amen), con l'AX che sembra pagare gli sforzi di 48 ore prima con il Maccabi (30-36 al 17'). Questa edizione dell'Olimpia però non molla mai e torna subito a contatto, andando al riposo sotto di due (39-41 al 20'). 

Allegri
Massimiliano Allegri al Forum insieme a Giorgio Armani - ©Ansa

Messina, per una volta, ha poco dalla coppia Scola-Rodriguez, così deve arrangiarsi con soluzioni alternative in attacco, restando comunque in partita grazie all'ottimo atteggiamento difensivo e al 44% dalla lunga (48-49 al 24'). Sotto gli occhi di Massimiliano Allegri, l'Efes vola fino al +8 grazie a Micic, ma le prime fiammate della partita del Chacho ricuciono lo strappo (55-57 al 27'). L'Olimpia è palesemente in riserva di energie, ma tiene botta con carattere e coraggio contro una corazzata come quella turca, raccogliendo gli applausi dei quasi 10mila del Forum e arrivando al 30' ancora in vita (60-62). Mack si accende all'inizio dell'ultimo periodo, ma ogni possesso è una battaglia, con l'Efes infallibile dalla lunetta (15/15): si arriva così agli ultimi 5' in perfetta parità, per un mini supplementare che comincia dal 68-68. Si segna pochissimo da entrambe le parti (oltre 3' a secco per i padroni di casa), con Ataman che pesca il jolly quando Larkin piazza 5 punti consecutivi e un assist mortifero. Messina invece perde per falli Nedovic, ma Rodriguez ridà fiato ai suoi (74-77 al 39'): lo spagnolo sbaglia la tripla del pareggio, l'ex Celtics mette in cassaforte la vittoria dalla lunetta, per un finale amaro (76-81) che spegne l'entusiasmo del Forum. 
 

Milano: Rodriguez 11 punti, Micov 10, Nedovic 9

Efes: Larkin 17, Pleiss 14, Singleton 11

I più letti