Eurolega, Olimpia Milano-Efes 75-71. La squadra di Messina fa poker di vittorie

Eurolega

La squadra di Messina non si ferma e conquista la quarta vittoria su quattro in Eurolega. Efes battuto 75-71, con un grande Delaney (16 punti). Fondamentali anche i 13 di Hall e i 12 di uno scatenato Shields, annullato l'attacco dei turchi. Il prossimo impegno in Europa giovedì 22 ottobre al Forum, contro l’Asvel, alle 20.30 su Sky Sport

GLI HIGHLIGHTS

Milano implacabile. I ragazzi di Ettore Messina superano anche l'ostacolo Efes, campioni in carica, e centrano il quarto successo su quattro in Eurolega. Altra grande prestazione per l'Olimpia che parte in sordina e resta attaccata al match grazie all'abilità dall'arco, poi si impone definitivamente nel secondo tempo e lascia a secco di vittorie la squadra di Istanbul. I primi giri di orologio dell’incontro sono all’insegna delle proteste, vista l’interpretazione dubbia di alcune decisioni arbitrali che contribuiscono anche a un ritmo sotto tono in avvio, con Melli subito frenato da due falli personali. Il primo canestro è di Delaney, poi inizia a venir fuori la fisicità dell’Efes che ribalta e prende il largo. Milano non riesce ad affondare, così si affida ai tiri da 3 e dopo il botta e risposta Hall-Micic arrivano le triple di Datome e Sergio Rodriguez che chiudono il primo quarto con l’Olimpia sotto 16-21, divario accettabile considerando il 2/11 al tiro. Buono anche il ritorno nel secondo, ma un fallo tecnico fischiato a Rodriguez e uno a coach Messina neutralizzano il recupero e tengono gli animi tesi. I turchi si appoggiano al talento di Micic che continua a far male dalla distanza (4/4 fin lì, top scorer con 17 punti finali), ma i padroni di casa non si piegano e tengono la sfida viva, trovando dall’angolo le soluzioni alternative alla difficoltà di penetrazione al centro. Olimpia alza i giri del motore e trova il parziale 34-34 con Mitoglou sotto retina a 2’33’’ dalla sirena, passando avanti poi grazie alla tripla di Shields e al canestro ‘rubato’ da Delaney (top scorer finale di Olimpia con 16 punti) che chiude un break di 14-0. Un altro tiro dall’arco del danese proietta i ragazzi di Messina sul 42-36 all’intervallo.

Il terzo quarto vede Milano colpire ancora con le triple, mettendone a segno tre di fila con Shields e Datome (due volte), poi smette di andare a canestro tenendo tuttavia un’ottima fase difensiva. L’Efes si aggrappa alla bravura offensiva di Petrusev, molto meno efficace quando deve proteggere i suoi, mentre dall’altra parte l’ennesimo rimbalzo di Hinks ristabilisce le distanze. Al suono della sirena, poi, sale in cattedra Grant che ruba palla e la infila da metà campo, volando sul 63-49 a dieci minuti dal termine. I padroni di casa sembrano avere in pugno l’incontro, ma nell’ultimo quarto la squadra di Istanbul si riaccende all’improvviso, riducendo lo svantaggio con quattro triple in serie. Brava l'Olimpia a resistere al momento difficile, cinica poi a sfruttare i blocchi e tornare con incisività sotto canestro per un parziale di +8 a due minuti dalla fine. Hall e Delaney trascinano i compagni nel finale e sul 75-71 a favore di Milano cala il sipario al Forum. L'Olimpia non si ferma.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche