22 settembre 2017

Lite Cavani-Neymar, il brasiliano ha chiesto scusa davanti ai compagni

print-icon
all

Lo riporta il quotidiano sportivo francese L'Équipe. I due avevano sfiorato la rissa dopo il match col Lione, in cui avevano litigato su chi avrebbe dovuto calciare punizioni e rigori. Ma il brasiliano non è stato convocato per Montpellier...

Dopo la cena organizzata da Dani Alves, le scuse con l’aiuto di Thiago Silva. La pace tra Cavani e Neymar porta la firma dei connazionali più esperti del fuoriclasse brasiliano. Come riporta L'Équipe, il numero 10 del Paris Saint-Germain si sarebbe scusato per il suo comportamento davanti ai suoi compagni, con l’ex difensore del Milan a fare da traduttore. Scuse che confermano come, dopo i litigi su chi avrebbe dovuto battere punizioni e rigori contro il Lione, effettivamente ci siano stati degli strascichi. Una rissa sfiorata nello spogliatoio e – almeno secondo il quotidiano spagnolo Sport - la richiesta di cessione del compagno da parte di Neymar.

Emery: "I rigori possono essere decisivi"

La richiesta di scuse del brasiliano è stata apprezzata da Cavani, dai suoi compagni e dall’allenatore Unai Emery. Tra i due litiganti sembra sparita la tensione. Resta irrisolta la questione calci piazzati: chi li tira? Secondo il tecnico ex Siviglia “bisogna dare la giusta importanza ai rigori. C’è differenza tra tirare un rigore sul 3-0 o sullo 0-0, in semifinale o in finale. Cavani e Neymar vogliono tirarli, ma anche altri giocatori ne sono capaci. Con i rigori si possono vincere titoli. Io so chi è il primo tiratore e chi il secondo. Ma ne parlerò prima con la squadra”.

Ma contro il Montepellier Neymar non ci sarà

Nell'elenco dei convocati per la prossima partita del Psg, sabato a Montpellier, Neymar non c'è. Ufficialmente per un problema al piede, che non dovrebbe pregiudicare la presenza del brasiliano nella sfida di Champions League di mercoledì contro il Bayern Monaco. Malgrado la cena di riconciliazione e le scuse pubbliche, in Francia c'è chi riconduce l'esclusione alla lite con Cavani.

I PIU' VISTI DI OGGI