17 gennaio 2018

Nizza, Balotelli raggiunge quota 35 gol: mai così tanti in nessuna squadra. E' rinascita

print-icon

Sembra presto per parlare di vera e propria affermazione, ma per Mario Balotelli Nizza è stata sicuramente una rinascita. In rossonero 35 gol in 51 partite, mai così tanti in nessuna altra squadra. Ma il contratto è in scadenza…

MARIO E ENOCK, LA SFIDA ALLA PLAYSTATION DIVENTA VIRALE

LIGUE 1, RISULTATI E CLASSIFICA

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Trentacinque gol, in poco più di cinquanta partite. Mario Balotelli ha segnato ora con la maglia del Nizza più gol che con qualsiasi altra squadra in carriera. Più delle reti nel Milan, da sempre la sua squadra dei sogni, con cui ne ha segnate 33. Più che nel City, di quello storico campionato vinto nel 2012, con cui è fermo a 30. E più dell’Inter, con l’avventura interrotta a quota 28 dopo quella maglietta gettata al vento nella storica semifinale vinta contro il Barcellona. Già, e se forse è presto per parlare di una vera e propria affermazione di Super Mario, da sempre considerato un eterno incompiuto, c’è sicuramente da raccontare di una rinascita nella sua nuova vita in Francia. A Nizza c’era arrivato l’estate del 2016 e da allora, nel dettaglio, di gol ne ha fatti 35 in 51 presenze, comprese tutte le competizioni. Gli ultimi due nella doppietta contro il Monaco nell’ultimo turno di Ligue 1, partita poi finita 2-2.

Ciononostante i rossoneri - Balo ha cambiato squadra ma non i colori - sono però ancora lontani dalla zona europea. La vittoria contro il Monaco sarebbe pesata molto, anche e soprattutto in termini di morale, ma il pareggio di Falcao al 92’ ha smorzato l’entusiasmo di Balo e compagni. L’attaccante ex Liverpool (lì la sua ultima parentesi prima della Francia, 4 reti in totale) in Ligue 1 ha già segnato 12 gol in 15 partite, uno ogni 96 minuti (18 in 23 contando anche le coppe). Direttamente lanciato verso il primato personale di sempre in campionato: 15 gol, registrato proprio al Nizza lo scorso anno. Vero, i numeri sono dalla sua. E Balo di gol al Monaco ne aveva segnati già 2 all’andata, più un gol anche contro il Marsiglia e zero - suo malgrado - contro il Psg. In totale fanno cinque reti in quattro partite contro le prime tre in classifica. Poi ci sono anche le altre statistiche, le solite verrebbe da dire, come le 5 ammonizioni (+1 espulsione) già rimediate. Non una novità, per uno che in carriera con le sanzioni disciplinari è già andato in tripla cifra: 106 gialli (di cui 5 sventolati per la seconda volta) e 5 rossi diretti. In perfetto stile Balotelli.

Balotelli che fai? Lo stretching è... estremo

Già, nello stile Balotelli c’è qualche scatto di troppo, come d’altronde però il talento, che nessuno ha mai messo in dubbio. In Francia sembra stia trovando in questi anni la sua definitiva casa, anche perché così tanti gol - come detto - non ne aveva mai fatti (e in così poco tempo). Già, sempre che non ci sia un nuovo trasloco in vista. Mario Balotelli è infatti in scadenza a giugno 2018, e il presidente del club Jean Pierre Rivere è stato molto criptico circa la permanenza di Balo in Costa Azzurra. Prima, in data 14 dicembre, rilascia un’intervista a RMC Sport sottolineando come sia “difficile trattenere in squadra uno come Balotelli senza la qualificazione in Europa, visto il suo ingaggio”. Dunque a distanza di qualche giorno, in data 26 dicembre, lo stesso Riviere racconta come sia “impossible che Mario parta, anche a fronte di un’offerta importante”. Già, forse il discorso era relativo al solo mercato gennaio, ma chissà che a suon di gol il Nizza non possa fare un sacrificio (salvo recupero in zona Europa) e tenersi stretto Balotelli, che lì in Francia sembra essere decisamente rinato.

Calciomercato 2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Mano Calabria, ma Var non interviene: ecco perché

Cheick Diabaté, il gigante buono di Benevento

Il Dortmund non si ferma più, Atalanta avvisata

Pioli: "Prestazione ok, ma serve concretezza"

Gasperini: "Col Borussia serve la gara perfetta"

Serie C, girone A: risultati e classifica

Coppa Italia, trionfa Torino. Brescia ko 69-67

Il Milan vince 1-0, Samp agganciata in classifica

Serie C, girone C: pari Lecce, crolla il Catania

Donadoni: "Orgoglioso dei miei ragazzi"

Iachini: "Ottima gara, mancata concretezza"

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI