09 settembre 2017

Liga, Barcellona-Espanyol 5-0: gol e highlights: tripletta di Messi

print-icon

Nel derby catalano, la pulce argentina segna una tripletta e incanta con una prestazione magistrale. Debutto per Dembélé, che serve a Suarez l'assist del definitivo 5-0. I blaugrana già a +4 su Atletico e Real Madrid

BARCELLONA-ESPANYOL 5-0

26', 35' e 67' Messi, 87' Piqué, 90' Suarez

Un'altra notte da fenomeno. Un'altra notte da Leo Messi. Il numero 10 argentino, reduce dal deludente doppio pareggio con la nazionale, torna a Barcellona e ritrova la solita efficacia. Segna tre gol quasi senza sforzarsi e fornisce un apporto costante alla creazione di gioco della squadra. E quando scala le marce non corre, vola.

Leo fa saltare il tappo

Nel derby casalingo contro l’Espanyol il più atteso per una volta non era lui, ma l’ultimo arrivato Dembélé. Valverde, però, decide di far partire dalla panchina l’acquisto da 105 milioni di euro. Nel tridente composto da Deulofeu, Messi e Suarez, è la pulce a occupare la posizione centrale, nel caro vecchio ruolo di falso nueve. L’allenatore degli avversari, Quique Sánchez Flores, schiera un 4-4-2 compattissimo contro cui il possesso palla dei blaugrana - che tocca punte dell’80% - per 25 minuti va a sbattere innocuo. Poi, l’asse Rakitic-Messi fa saltare il tappo: filtrante del primo per il secondo che, partendo da posizione di fuorigioco, controlla alla perfezione, fa sedere con una finta David Lopez e col sinistro pennella sotto l’incrocio. L’argentino prova a restituire il favore al compagno 5 minuti più tardi, ma dopo l’uno due nello stretto, il croato si fa respingere il piazzato da Pau Lopez. Altri 5 minuti e Messi esulta ancora: un rimpallo favorisce Jordi Alba che, dal fondo, la mette nell’area piccola dove Leo si fa trovare da vero opportunista. Per lui è la decima doppietta consecutiva – considerando la parte finale della scorsa Liga. Prima dell’intervallo Pablo Piatti va vicino ad accorciare le distanze colpendo il palo con una bella conclusione da fuori.

L’esordio di Dembélé

Nel secondo tempo l’Espanyol prova ad alzare il baricentro, ma il pressing amplia il campo alle spalle della difesa. Uno spazio che i rapidi attaccanti del Barcellona non vedono l’ora di sfruttare. Le occasioni, infatti, piovono. Ma non sembra in giornata Suarez, che prima fallisce il gol ravvicinato di tacco, poi colpisce con lo stinco un pallone messo dentro da Messi. Al 52’ Piatti ha ancora la possibilità di segnare, ma non riesce a punire lo svarione di Jordi Alba, colpendo con l’interno in modo impreciso. Al 67’ Messi si porta a casa il pallone: è ancora Jordi Alba ad offrirgli l’assist, che lui gira col mancino nell’angolo più lontano. Per l’argentino è il gol numero 18 nei derby catalani, mai nessuno come lui nella storia. All’87’ Piqué cala il poker svettando su calcio d’angolo. Poker che a tempo scaduto diventa pokerissimo: Dembélé, entrato al 68’ per Deulofeu, scatta sulla destra e offre a Suarez un pallone che non può proprio sbagliare. Venti minuti in campo anche per l’altro nuovo acquisto, Paulinho. Grazie a questa vittoria, il Barcellona sale a quota 9 punti in classifica e si porta già a +4 sulle due di Madrid, entrambe incapaci di andare oltre al pari. Ma soprattutto si presenta alla sfida di Champions League di martedì sera contro la Juventus nel migliore dei modi, con un Leo Messi scintillante. 

I PIU' VISTI DI OGGI