user
28 dicembre 2017

Crystal Palace-Arsenal 2-3: doppietta di Sanchez e aggancio al Tottenham riuscito. Gol e highlights

print-icon

L'Arsenal ottiene i tre punti battendo 3-2 in trasferta il Crystal Palace. Alla rete di Mustafi risponde Townsend, poi la doppietta di Sanchez riporta avanti i Gunners. La squadra di Hodgson riapre il match con Tomkins ma non riesce a trovare il pareggio

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICHE

Crystal Palace-Arsenal 2-3

25' Mustafi (A), 50' Townsend (C), 62' e 66' Sanchez (A), 89' Tomkins (C)

Tabellino

Crystal Palace (4-4-1-1): Speroni; Kelly (80' Fosu-Mensah), Tomkins, Dann, Schlupp; Townsend, Cabaye (53' McArthur), Milivojevic, Loftus-Cheek (70' Sako); Zaha; Benteke.

Arsenal (3-4-3): Cech; Chambers, Mustafi, Koscielny; Bellerin, Xhaka (86' Maitland-Niles), Wilshere, Kolasinac; Ozil, Sanchez, Lacazette (75' Coquelin).

L'Arsenal batte 3-2 il Crystal Palace in trasferta e raggiunge il Tottenham a 37 punti in Premier League. Wenger può festeggiare al meglio la sua 810^ panchina. I Gunners prendono il comando della partita fin da subito, passando in vantaggio con la rete di Mustafi. In attacco però il Palace è difficile da tenere a bada, con Zaha in grandissimo spolvero. Dall'altra parte il leader è Sanchez, che fa più o meno tutto: distribuisce il gioco, è protagonista in fase difensiva, si fa trovare in zona realizzativa. Il cileno offre due assist per Ozil, che non sfrutta. Nella ripresa la squadra di Hodgson pareggia con Townsend, su altra grande iniziativa di Zaha. A quel punto sale in cattedra in maniera molto pratica Sanchez: sigla una doppietta che porta l'Arsenal sul 3-1. I padroni di casa non si arrendono e trovano la rete del 3-2 al minuto 89 (dopo aver sprecato almeno 4 ottime occasioni). Il forcing finale non basta però: vince l'Arsenal, interrotta la striscia di risultati utili del Crystal Palace.  

Arsenal davanti: gol di Mustafi

L’Arsenal prova ad indossare il vestito migliore per la gara 810 di Arsene Wenger in panchina. Per l’occasione, Sanchez sceglie in avvio l’abito del playmaker: il cileno arretra fino a centrocampo e poi accompagna la costruzione della manovra, avanzando insieme al pallone passaggio dopo passaggio. Quando la difesa del Palace non è ancora schierata, i Gunners provano a sorprendere con i lunghi lanci di Xhaka e Wilshere alla ricerca degli esterni offensivi.  I padroni di casa non hanno nessuna intenzione di fare da spettatori e sulla sinistra Loftus-Cheek e Zaha mettono in difficoltà Bellerin. Cabaye arriva un paio di volte al tiro, sfiorando in una circostanza il palo (Cech sembrava esserci). Anche Kolasinac prova da fuori, tiro alto sulla traversa. Nel Crystal Palace prende confidenza anche la coppia di destra del centrocampo, composta da Townsend e Milivojevic (entrambi i terzini non si fanno notare per intraprendenza). Intorno al 20’ l’Arsenal cerca il forcing, chiudendo l’avversario nei propri 25 metri. Ozil e Sanchez assumono la posizione dei trequartisti, lasciando le fasce a Bellerin e Kolasinac. La formazione di Hodgson tiene: la conclusione da dentro l’area di Xhaka viene ribattuta e due cross di Ozil vengono allontanati con qualche affanno. I Gunners però trovano il vantaggio alla seconda ondata. Il sinistro di Lacazette è respinto da Speroni e per Mustafi mettere dentro è facile facile: 1-0. 

I Gunners spingono, il Palace resiste

Non si fermano i lanceri, che vogliono trovare subito la seconda rete. Sanchez parte dalla sinistra, si accentra e con un filtrante mette Ozil faccia a faccia con Speroni. Stavolta il portiere del Palace compie un miracolo e tiene in gara i suoi. Al 34’ è la volta di Lacazette, che al limite dell’area fa letteralmente impazzire tutta la difesa fino a liberare il destro: largo di poco. I padroni di casa non sono spenti, anzi. Tutte le volte che la squadra di Hodgson arriva davanti è potenzialmente pericolosa, soprattutto con le giocate di Zaha. Non si vede Benteke, mentre Townsend e Milivojevic sembrano in serata. L'ultimo brivido del primo tempo è ancora sulle spalle di Speroni, su altra invenzione di Sanchez. Il cileno porta palla in zona d'attacco, aspetta il momento e il varco giusto per servire Ozil. Il tedesco è di nuovo davanti a Speroni ma stavolta preferisce l'assist, non trovando compagni. Si va negli spogliatoi sul risultato di 1-0 per gli ospiti.

La reazione del Crystal Palace: Townsend pareggia

L’Arsenal ricomincia spingendo ma il vento cambia in fretta. Zaha scappa via a sinistra e mette in mezzo un rasoterra. La difesa ospite protegge la porta lasciando scoperto il dischetto del rigore, arriva a rimorchio Townsend che firma il pareggio. Subito 1-1. Il Crystal Palace spinge, con l’aiuto Selhurst Park, l’Arsenal sembra alle corde. Bellerin e Chambers fanno una fatica tremenda, in meno di 5 minuti arrivano il tiro di Schlupp e l’occasione di Zaha. La colpa dei padroni di casa è quella di non colpire ulteriormente nel momento di difficoltà. L’Arsenal ha bisogno di un quarto d’ora, ma poi respira, si sistema e ritorna all’interno della gara. Trascinata dal suo leader, Alexis Sanchez. 

Rientra l'Arsenal: doppietta di Sanchez

Al minuto 62 il cileno riporta in vantaggio i suoi con un destro che passa sotto le gambe di un difensore (qualche responsabilità di Speroni). La squadra di Wenger è di nuovo padrona del campo e passa nuovamente quattro minuti dopo, quando Sanchez aggancia un lancio lungo e batte il portiere in uscita. Appena 15 minuti dopo la rete di Townsend, l’Arsenal è avanti 3-1. Wenger toglie Lacazette e mette Coquelin. Hodgson aggiunge peso all’attacco scegliendo Sako, richiamando in panchina Loftus-Cheek. Zaha accelera e si presenta davanti a Cech, ma la difesa avversaria chiude in extremis. Speroni sbarra la strada a Bellerin, che ci prova da posizione defilata. Il Crystal Palace prova a riaprirla, ma trova davanti una difesa più concentrata.

Forcing del Palace: la rete di Tomkins non basta

La grande occasione per riaprire il discorso arriva al 83’: Sako mette un gran cross da destra, Zaha passa davanti a Bellerin (distratto) ma di testa non colpisce bene. Si salva Cech. Il Palace ci crede, Zaha mette dentro e Kolasinac spazza via prima della facile deviazione di Benteke. Poco dopo Sako spara alto il suo sinistro a giro. Si soffre fino alla fine: al 89’ Sako mette a lato su azione simile a quella della rete di Townsend. Il Palace si dispera ma sul successivo corner ecco il gol di testa di Tomkins che accende il finale. L'Arsenal riesce a resistere, portando a casa una vittoria che significa tanto. Il Tottenham è raggiunto e il Liverpool è ad un punto di distanza.

Premier League 2017-2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi