user
10 marzo 2018

Chelsea-Crystal Palace 2-1, decidono Willian e l'autogol di Kelly: gol e highlights

print-icon

Il Chelsea ritrova i tre punti in campionato e accorcia in ottica quarto posto dal Liverpool e dal Tottenham, impegnato domenica a Bournemouth. Sblocca il risultato Willian, trascinatore delle ultime settimane, poi il raddoppio è un'autorete di Kelly. Al 90' van Aanholt riapre l'incontro, ma non basta a regalare il pari alle Eagles

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI CHELSEA CRYSTAL PALACE

SUPER RASHFORD CONDANNA IL LIVERPOOL, UNITED VINCE 2-1

CHELSEA-CRYSTAL PALACE 2-1

25' Willian (C), 32' aut. Kelly (CP), 90 van Aanholt (CP)

Chelsea (3-4-3): Courtois; Azpilicueta, Christensen, Cahill; Zappacosta, Kanté, Fabregas (88' Pedro), Alonso; Willian, Giroud (72' Morata), Hazard (88' Bakayoko).

Crystal Palace (4-3-3): Hennessey; Wan-Bissaka, Kelly, Tomkins, van Aanholt; Townsend (81' Lee), McArthur, Milivojevic; Schlupp (75' Riedewald), Benteke (46' Zaha), Sørloth.

Il Chelsea, reduce dalla doppia sconfitta con i due club di Manchester, ritrova il sorriso e i tre punti con una prestazione convincente ai danni del Crystal Palace. 2-1 il risultato finale in uno Stamford Bridge in festa per i 113 anni della società londinese e contro una formazione che aveva ottenuto sempre bottino pieno negli ultimi due scontri diretti. Il punteggio lo sblocca il solito Willian che contribuisce al 17° gol dei Blues nelle ultime 18 partite, con 12 centri e 5 assist. Nel gol del vantaggio c’è una piccola deviazione di Kelly che, poco dopo la mezz’ora, completa la sua giornata disastrosa con l’autorete di rimpallo che regala il doppio vantaggio agli uomini di Conte. In avvio di secondo tempo il Palace ha l’occasione di tornare in partita, ma Sørloth sbatte sul palo. Il Chelsea non sta a guardare e va più volte vicino al tris: Tomkins evita miracolosamente il gol a Giroud prima e a Willian poi, Wan-Bissaka salva su Zappacosta a porta sguarnita e ancora Giroud colpisce il palo. La squadra di Hogdson rientra in partita allo scadere con il mancino di van Aanholt, ma non riesce a evitare il quarto ko di fila, allungando a 7 la serie di partite senza vittoria. Le Eagles restano in piena zona retrocessione, mentre i campioni in carica salgono a quota 56 punti in classifica, avvicinando il Tottenham e guadagnando tre punti dal Liverpool, sconfitto oggi dallo United. Il modo migliore per avvicinarsi al grande appuntamento di settimana prossima, il ritorno degli ottavi di Champions in casa del Barcellona.

Primo tempo

Antonio Conte sceglie Giroud al centro del suo attacco e opta per Zappacosta e non Moses sulla corsia esterna. Il Chelsea fa la partita e prende campo fin dai primi minuti, rendendosi subito pericoloso con il centravanti ex Arsenal che non trova per pochissimo la deviazione vincente sul cross di Kanté. I Blues continuano a pressare ma rischiano di incassare il gol di Townsend, bravo nella girata al volo da fuori area e impreciso di qualche centimetro. Il Crystal Palace sembra prendere le misure agli avversari, ma al 25’ subisce la rete dell’1-0. La firma è di Willian che si accentra dal lato sinistro e tira dai 20 metri, trovando una piccola deviazione di Kelly che fa sbattere la palla sul palo e si infila in rete. Passano sette giri di lancette e il Chelsea trova anche il raddoppio. Bellissima l’azione che si sviluppa su tutto il campo, conclusa dall’assist di Hazard per Zappacosta. La conclusione incrociata dell’italiano trova il salvataggio sulla linea di Kelly che poi, sfortunato, prende in testa il suo portiere e la palla gli risbatte sul ginocchio prima di finire in porta per l’autogol del 2-0. I padroni di casa, forti del doppio vantaggio, iniziano a divertirsi andando alla ricerca del 3-0. Particolarmente ispirati Willian e Hazard che mettono in affanno la difesa di Hogdson, non riuscendo a trovare però il gol del definitivo ko. Allo scadere della prima frazione di gioco è Giroud ad avere una clamorosa opportunità per infilare il tris da pochi passi, ma Tomkins manda miracolosamente in angolo con il polpaccio. Dal corner successivo altra chance per Zappacosta, ma questa volta è Hennessey a dire di no al terzino azzurro.

    

    

    

Secondo tempo

A inizio ripresa Hogdson si gioca subito la carta Zaha e dopo circa 100 secondi dall’inizio del secondo tempo il Crystal Palace colpisce il palo. Zappacosta perde palla sull’esterno, Christensen fa peggio, scivolando e consegnando la sfera a Sørloth che, sfortunato, prende in pieno il legno. Dall’altra parte invece il trascinatore è sempre Willian, imprendibile nel coast to coast cominciato dalla propria trequarti e che, dopo uno scambio con Giroud, trova ancora Tomkins, questa volta con lo stomaco, a impedire la doppietta del brasiliano. Anche Hazard ci tiene a inserire il proprio nome nel tabellino dei marcatori, ma Hennessey non si fa superare e col piede manda in angolo. La gara è divertente e continua a regalare emozioni da una parte e dall’altra. Gli ospiti rispondono con il tiro centrale di Van Aanholt, mentre il mancino sotto porta di Zappacosta, sull’ennesima azione individuale di Willian, viene intercettato in scivolata da Wan-Bissaka. A un quarto di gara dal termine anche il Chelsea trova il primo palo del match, con Giroud che guarda al cielo e non riesce a sbloccarsi. Poco più tardi è proprio il francese a lasciare il posto ad Alvaro Morata. L’ex Juve e Real non sta vivendo un momento facile e si riflette anche in campo, dove sciupa una buona occasione per chiudere definitivamente i conti. Nel finale di partita il Crystal Palace trova il gol della speranza con Sørloth, ma l’arbitro annulla per un dubbio fallo ai danni di Cahill. I ragazzi di Hogdson non si arrendono e al 90’ segnano ancora. Questa volta il direttore di gara convalida la rete di van Aanholt, ben assistito a centro area di Zaha. Nei tre minuti di recupero i padroni di casa tengono quasi sempre la palla in zona offensiva e portano a casa una vittoria importantissima, sia per la classifica che per il morale in vista di Barcellona. Le speranze delle Eagles si spengono invece sul cross sbagliato da Wan-Bissaka.

    

Le altre gare di Premier

Crolla ancora una volta il West Ham e la situazione in classifica degli Hammers si fa sempre più preoccupante. Dopo un primo tempo equilibrato il Burnley si scatena nella ripresa e colpisce prima con un destro all’incrocio di Barnes, poi arrotonda il risultato con la doppietta di Wood, complice anche una papera di Hart. I tifosi di casa perdono la pazienza e si rendono protagonisti più volte di invasioni di campo che costringono l’arbitro a sospendere momentaneamente la partita. La squadra di Dyche mantiene saldo il 7° posto e tiene alle spalle il Leicester, vittorioso 4-1 in rimonta sul campo del West Bromwich. Un gol, da classico bomber d’area di rigore, di Rondon illude il WBA, ma ci pensa Vardy, con una splendida conclusione al volo, a riequilibrare il punteggio. Nella seconda frazione di gioco le Foxes si prendono i tre punti con le reti di Mahrez, che beffa il portiere con un lob, e Iheanacho di testa. In pieno recupero è Iborra a calare il definitivo poker. Il Newcastle fa suo lo scontro diretto per la salvezza contro il Southampton e mette in seri guai i biancorossi. Nei primi 45 minuti si esalta Kenedy che, con un difficile controllo elude l’intervento del difensore e poi batte McCarthy con un mancino volante sul secondo palo. Alla mezz’ora lo stesso attaccante brasiliano poi finalizza a porta vuota un perfetto contropiede da parte dei ragazzi di Benitez. Al 57’ è Ritchie a chiudere i conti fissando il punteggio sul 3-0, con un mancino chirurgico sul palo basso. Successo casalingo anche per l’Everton che piega 2-0 il Brighton. Succede tutto nel secondo tempo: apre le marcature un autogol di Bong e a un quarto d’ora dal termine arriva anche la rete di Tosun, la seconda consecutiva. Nel finale Rooney fallisce anche un rigore. 0-0 infine tra Huddersfield e Swansea.

Tutti i risultati:

West Ham-Burnley 0-3

66’ Barnes, 70’, 81’ Wood

West Bromwich-Leicester 1-4

8’ Rondon (WB), 22’ Vardy (L), 63’ Mahrez (L), 76’ Iheanahco (L), 94’ Iborra (L)

Newcastle-Southampton 3-0

2’, 29’ Kenedy, 50 Ritchie

Everton-Brighton 2-0

60’ aut. Bong, 76’ Tosun

Huddersfield-Swansea 0-0

Premier League 2017-18, tutti gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi