user
17 marzo 2018

Liverpool-Watford 5-0, poker di Salah. GOL E HIGHLIGHTS

print-icon

Vince 5-0 il Liverpool, prestazione da urlo di Salah che mette a segno 4 gol personali. In rete anche Firmino. La squadra di Klopp torna terza in classifica, a meno 2 dal Manchester United di Mourinho. Watford undicesimo in Premier

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

LIVERPOOL-WATFORD 5-0

4', 43', 77' e 85' Salah, 49' Firmino

TABELLINO

Liverpool (4-3-3): Karius; Gomez, Matip, van Dijk, Robertson; Can (28' Milner), Henderson, Wijnaldum (71' Oxlade-Chamberlain); Salah, Firmino (79' Ings), Mané. All: Klopp

Watford (5-3-1-1): Karnezis; Femenìa, Mariappa, Prödl, Britos (81' Janmaat), Holebas; Pereyra, Doucouré, Capoue; Richarlison (65' Huges); Deeney (70' Okaka). All: Garcia

Ammoniti: 51' Gomez (L)

È stato tutto facile per il Liverpool sotto la nevicata di Anfield contro il Watford: cinque gol a zero, e mai una volta che Karius abbia corso realmente un pericolo con la partita ancora aperta. Di fatto, una traversa pizzicata da Pereyra su punizione a metà ripresa è stata l’unica chance di tutta la partita per gli ospiti. Una vittoria tranquilla per i Reds, che sono tornati in pista dopo il ko incassato contro lo United. Sfruttando il turno di FA Cup che vedrà impegnate sia la squadra di Mou, che il Tottenham di Pochettino e il Chelsea di Conte, Klopp mette pressione alle rivali in corsa per la qualificazione Champions. Decidono Salah (poker personale di gol) e Firmino, sull’assist proprio dell’egiziano. Watford undicesimo in classifica, a +8 sulla zona retrocessione.

Così in campo

Torna in campo in Premier League il Liverpool, dopo il ko contro il Manchester United. Per la corsa Champions i Reds hanno soltanto 4 punti di vantaggio sul Chelsea di Conte, e i giochi sono ancora apertissimi. Contro il Watford Klopp manda in campo il solito 4-3-3 con il solito tridente delle meraviglie in attacco: Salah, Firmino, Mané, tutti e tre a segno nel clamoroso 3-3 d’andata contro il Watford della prima giornata di campionato della stagione. A centrocampo, rispetto al match perso contro lo United, due cambi: dentro Wijnaldum e Henderson, fuori Milner e Oxlade-Chamberlain. In difesa, sulla fascia destra, si rivede Joe Gomez, titolare 18 volte nelle prime 25 partite di campionato, dunque out in tutte le ultime 5 sfide di Premier. Con lui Matip e van Dijk, fascia sinistra per il solito Robertson. Risponde il Watford di Garcia con una difesa a cinque già collaudata nei recenti match contro West Ham e Chelsea. Gli ospiti sono reduci da tre vittorie e due sconfitte nelle ultime cinque partite di Premier. La linea difensiva sarà composta da Femenìa e Holebas sulle rispettive fasce, centrali Mariappa, Prodl e Britos (autore del gol del definitivo 3-3 all’ultimo minuto dell’andata). A centrocampo l’ex Juve Pereyra, insieme a lui Capoue e Doucouré, miglior marcatore stagionale di squadra con 7 reti, e in campo titolare (e sempre per 90’) in 29 partite su 30 di campionato. Punta centrale il capitano Troy Deeney, 5 gol e 2 assist in Premier quest'anno per lui, alle sue spalle agirà invece Richarlison.

Primo tempo: doppio Salah

Primo tempo ad Anfield deciso dalla doppietta di Salah, che si conferma autentico mattatore della stagione del Liverpool. L’egiziano continua a segnare, e con Kane ai box, il titolo di capocannoniere della Premier potrebbe finire nelle sue mani. Il vantaggio dopo appena 4 minuti: l’egiziano viene servito da Mané al limite dell’area, punta la difesa del Watford tenendo la palla sul mancino. Il malcapitato è Britos, che si fa saltare nell’uno contro uno (cadendo rovinosamente a terra) e lasciando campo all’egiziano per battere, di destro, Karnezis in uscita. Il raddoppio nel finale di primo tempo, col perfetto triangolo chiuso tra Robertson e Mané che porta il terzino dei Reds a crossare sul fondo. La palla attraversa l’area di rigore fino a giungere ancora sui piedi di Salah per il bis personale. Per l’ex Roma sono i gol numero 33 e 34 (nella ripresa arriveranno anche il numero 35 e 36) in stagione contando tutte le competizioni: eguagliato, e dunque sorpassato, il record storico del club di reti per un giocatore all’esordio, fino a poco tempo fa nelle mani del Fernando Torres della stagione 2007-08. Da segnalare a metà primo tempo anche l’infortunio alla schiena di Can, uscito dolorante dal campo: per lui dentro James Milner. 2-0 Liverpool alla sosta.

Ripresa: Salah show

Sono bastati altri quattro minuti al Liverpool per chiudere la partita nel secondo tempo, esattamente gli stessi che nel primo tempo ci aveva messo Salah per sbloccare il match. Al 49’ la discesa decisiva dell’egiziano sulla fascia destra, palla forte e tesa al centro per Firmino che, in torsione, e di tacco, realizza il gol che chiude la partita. Il numero 14 in Premier League per il brasiliano, il 23° in stagione. In più è il settimo gol che nasce da una combinazione tra Firmino e Salah (3 assist il primo, 4 il secondo): nessun’altra coppia di giocatori in Premier ha partecipato come duo a più reti. Nei restanti minuti della ripresa i classici cambi: Garcia punta comunque a non subire altri gol, mentre Klopp concede minuti a Oxlade-Chamberlain e Ings. Nel finale festa completa per Salah, che si porta a casa il pallone mettendo a sedere mezza difesa degli ospiti, per poi segnare di sinistro il gol del 4-0. Finita? Neanche per idea, all’84’ arriva il poker personale dell’ex Roma sulla respinta del tiro di Ings: una prestazione eccezionale, e, oltre al record storico di gol all’esordio per il Liverpool, le reti nella sola Premier di quest’anno diventano 28, a -1 dal primato di Didier Drogba come calciatore africano ad aver segnato più gol una singola stagione in Inghilterra, 29, stabilito nel 2009-10. Finisce 5-0 per il Liverpool, che torna momentaneamente al terzo posto della classifica, a -2 dal Manchester United.

Premier League, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi