Ligue 1, giocatori Lione aggrediti da ultrà Bastia

Calcio

Pre partita pieno di disordini nel match del campionato francese. Partita inizialmente rinviata di 50 minuti, poi l'arbitro è stato costretto alla sospensione definitiva dopo la seconda aggressione durante l'intervallo

Nuovi episodi di violenza in Francia. I giocatori del Lione sono stati infatti aggrediti prima del match sul campo del Bastia dai tifosi di casa, episodio che ha costretto l'arbitro a cominciare il match con 50' di ritardo. Tutto è cominciato con l'assalto di un sostenitore del club corsicano a Memphis Depay e Mathieu Gorgelin, attaccante e portiere del Lione. La situazione sembrava essersi calmata, ma al termine del primo tempo la scena si è ripetuta, con Anthony Lopes colpito da un tifoso; l'ennesima aggressione ha creato il caos, con i tifosi del Lione scesi anche loro in campo per difendere i giocatori della loro squadra. A quel punto il direttore di gara non ha potuto far altro che sospendere definitivamente l'incontro.

Il precedente contro il Besiktas

Il brutto episodio di Bastia-Lione arriva a pochissimi giorni dagli scontri nel match tra Lione e Besiktas. Prima del match contro i turchi, valida per l'andata dei quarti di finale di Europa League, i tifosi francesi sono scesi sul terreno di gioco dopo il lancio di petardi da parte dei supporters del Besiktas. Anche il presidente del club francese Jean-Michel Aulas è sceso in campo per provare a tranquillizzare il suo pubblico. La partita in quel caso iniziò con 45 minuti di ritardo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche