Il diciottenne Eddie Nketiah salva Wenger in League Cup, Henry gli fa i complimenti sui social

Calcio

Due gol al Norwich per guadagnarsi i complimenti di Wenger: "Prima giocava nelle giovanili del Chelsea, non so perché lo hanno lasciato andare via". Anche Henry ha twittato la sua approvazione: "Che notte per Nketiah, sono felice per lui e per niente sorpreso"

Il primo gol a cinque minuti dal fischio finale, un tocco in area piccola per salvare l'Arsenal sotto di una rete contro il Norwich e vicino alla clamorosa eliminazione dalla League Cup. Il secondo nei supplementari, un colpo di testa bello e decisivo che regala ai Gunners i quarti di finale. Serata memorabile per Eddie Nketiah, classe '99, il primo giocatore nato dopo l'arrivo di Wenger all'Arsenal a segnare in una competizione ufficiale. Edward è nato a Lewisham, sud di Londra, è ha iniziato a muovere i primi passi nel calcio grazie all'academy del Chelsea. Nel 2015 i Blues lo hanno lasciato andare perché gli allenatori erano preoccupati dal suo fisico, ritenuto non all'altezza. L'Arsenal lo ha invitato per un provino di una settimana e gli ha offerto un contratto per giocare nelle giovanili dopo aver notato il suo talento. Wenger ha dichiarato: "Non so cosa sia successo al Chelsea ma con noi ha sempre fatto bene. Lo conosco, so che può segnare e che ha carattere. Ha grandi qualità, qui all'Arsenal non abbiamo paura di puntare sui giovani". Nelle giovanili dei Gunners Nketiah ha sempre segnato tanti gol, per poi impressionare Wenger nel tour in Asia di questa estate portando l'allenatore francese a dargli una vera chance in prima squadra. Anche nell'under 18 e nell'under 19 inglese Nketiah ha sempre fatto bene, segnando 7 gol e mostrando tutto il suo talento.

L'inevitabile paragone

Per ogni giocatore veloce che gioca come attaccante nell'Arsenal, il paragone è inevitabile e si pensa subito a Thierry Henry. In realtà Nketiah è più un attaccante d'area, opportunista e dotato di un ottimo tempismo, ma lo stesso Henry non ha esitato a sbilanciarsi su di lui, twittando: "Che notte per Eddie Nketiah. Sono così felice per lui, e per niente stupito!" Quando una leggenda ti fa un complimento del genere, la strada sembra proprio quella giusta.

Felicità social

Nketiah ha raccontato che essere stato scartato dal Chelsea lo ha ferito nell'orgoglio, ma che è stato felicissimo di ritrovarsi all'Arsenal, club che tifava da quando era bambino. Nketiah naturalmente usa i social e non ha esitato a comunicare la sua gioia su Twitter e Instagram dopo la partita: "Un sogno diventato realtà segnare 2 gol nel mio debutto in casa. Dio è grande". 

Dream come true to score 2 goals on my home debut, God is great! ⚽️🙏🏾

Un post condiviso da Eddie Nketiah (@eddienketiah) in data:

I più letti di calcio