Rybolovlev, le abitudini del presidente del Monaco secondo Football Leaks: yacht, loft e un'isola privata

Calcio

Football Leaks ha svelato alcuni retroscena sula vita del presidente del Monaco: 55 milioni per un jet, 80 per uno yacht e altri 100 per un'isola privata in Grecia. Ossessionato dalla sicurezza, pare che invii persone fidate a mangiare nei ristoranti un'ora prima di lui

MONACO, ULTIMO POSTO E SQUADRA CONTESTATA

Metti una villa in Florida (regalo di Trump), un loft a New York per tua figlia e un Airbus personale da usare quando vuoi. Ah, ultimo particolare: un'isola greca da 100 milioni di euro dove passare le vacanze e staccare dal mondo. Vita da sogno? Per molti sì, ma non per Dmitri Rybolovlev, patron del Monaco. Il sito francese Mediapart ha pubblicato le ultime rivelazioni di Football Leaks, tutti gli "stravizi" del presidente russo, recentemente arrestato per aver corrotto poliziotti e funzionari del governo in cambio di notizie riservate. Il suo Monaco è in crisi nera, è ultimo sia in Champions League che in campionato, ha 17 giocatori infortunati e perde sempre. Henry è disperato. 

Tutti i vizi di Rybolovlev, dal loft all'isola privata

Vita privata allo scoperto. Mediapart ha svelato una serie di curiosità sul patrimonio del presidente del Monaco. Primo vizio, gli scheletri nell'armadio: nel 1997 sarebbe stato accusato - e poi assolto - di coinvolgimento in omicidio di uno dei suoi collaboratori. In breve, Rybolovlev avrebbe fornito l'arma del delitto. Inoltre, nel 2010, lasciò una sua compagnia (la Uralkali, specializzata in estrazione di cloruro di potassio) dopo il crollo di una miniera di estrazione. Ma passiamo agli "stravizi" elencati da Football Leaks: Rybolovlev è uno degli uomini più ricchi del mondo (il 242esimo secondo Forbes), nel 2008 avrebbe regalato una villa a Donald Trump per 85 milioni. Per le sue figlie, invece, due regali speciali da 80 milioni: yacht privato e loft a New York, salvo poi spenderne altri 100 per Scorpios, l'isola privata nel Mar Ionio dove Aristotele Onassis sposò Jackie Kennedy nel 1968. 

Ossessionato dalla sicurezza

Finita qui? No, le rivelazioni continuano: sembra che Rybolovlev abbia un'ossessione particolare. E' terrorizzato dall'idea che qualcuno possa avvelenarlo. Prima di andare al ristorante invia qualche persona fidata a mangiare nello stesso posto, almeno un'ora prima del suo arrivo. Anche per lo yogurt ha un assaggiatore personale, mentre nel 2015 ha assunto un allenatore personale per imparare a calciare il pallone. L'ultimo vizio del patron. 

I più letti di calcio