Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
03 gennaio 2019

Jorge Mendes: "Cristiano Ronaldo voleva giocare alla Juve. Trincao in bianconero? Vedremo"

print-icon

Il 52enne portoghese, eletto miglior agente del 2018 ai Globe Soccer Awards, su Cristiano Ronaldo: "È il più forte di tutti, meritava di vincere tutto nel 2018. Ha voluto fortemente la Juventus in estate, la Champions con i bianconeri sarebbe un sogno". Sulla trattativa estiva: "Non pensavo nemmeno io che sarebbe andata a buon fine. Anche Trinçao a Torino? Vedremo"

GLOBE SOCCER AWARDS, VINCE CR7. ATLETICO SQUADRA MIGLIORE

PARATICI: "CR7-JUVE? ALL'INIZIO SEMBRAVA UNA BARZELLETTA"

LA JUVE PUNTA TRINÇAO: INCONTRO PARATICI-MENDES

Non solo Cristiano Ronaldo, proclamato miglior giocatore del 2018: a Dubai, per i Globe Soccer Awards, c’è anche Jorge Mendes, che è stato eletto miglior procuratore dell’anno. Ennesimo premio per una delle figure più influenti del mondo del calcio. In esclusiva a Sky Sport, il 52enne portoghese ha raccontato le sue impressioni sul passaggio di CR7 alla Juventus.

Cosa prova a essere stato nominato nuovamente miglior agente del mondo?

"È un grande onore, sono molto felice. Devo continuare a lavorare, dopo vedremo cosa accadrà".

Ha reso felice anche Ronaldo, che ha vinto oggi a Dubai. Cosa vede di speciale in lui?

"Meritava di vincere tutto, ha fatto troppo bene. Nel 2018 ha segnato 15 gol in Champions, ha vinto col Real Madrid praticamente da solo. È stato decisivo, è un calciatore incredibile. E\ il migliore di sempre, è un campione. La Juve con Cristiano è troppo forte, anche grazie a Cancelo. Credo che la squadra di Allegri sia una candidata seria per la vittoria della Champions. C'è ovviamente bisogno di fortuna, è una competizione difficile, la bravura da sola non basta”.

Si può fare un bilancio dei primi mesi di Ronaldo alla Juve?

"È arrivato e c'è sempre un periodo di adattamento, in Italia come in Spagna o Inghilterra. Cristiano sta facendo bene, gioca bene. È un campione, sta continuando a dimostrarlo”.

C'è un retroscena sul suo passaggio alla Juve?

"Io credevo fosse un affare difficile, ma lui voleva giocare alla Juve. Alla fine è stato possibile".

Partici ha detto che non credeva al trasferimento di Ronaldo alla Juve

"Nemmeno io, abbiamo parlato la prima volta ma sembrava difficile. Ma niente nella vita è impossibile, è stato proprio così".

Cosa sarebbe per Ronaldo vincere la Champions con la Juve?

"Un sogno, ma è una competizione difficile. Serve anche fortuna. Poi vedremo cosa accade. La Champions è diversa dal campionato”.

Come si diventa un grande agente?

"Devi essere una persona che lavora, lavora e lavora. Arrivo da una famiglia povera. Per me, se una persona fa ciò che gli piace, lavora molto meglio. Meglio essere contento che infelice, ovviamente”.

Sta per arrivare anche Trinçao alla Juve?

"Non so, vedremo".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi