#CESENASTORIES, 30^ puntata. Alessandro&Ricciardo, che coppia! Rutjens: "Ho sognato di fare gol"

Calcio

Ancora tre punti che segnano il record di vittorie consecutive e l’importante allungo sul Matelica. Contro l’Avezzano (3-1) le firme sono di Alessandro e Ricciardo che fanno gol e si aiutano a vicenda. "Se Gianni lo conta come assist è vergognoso", scherza l'ex piacentino.

#CESENASTORIES, LA 29^ PUNTATA

Il Cesena riprende da dove aveva lasciato. Anno nuovo, vita vecchia. Il 2018 si era chiuso con una vittoria sul Real Giulianova con i gol del neo acquisto Rutjens e della bandiera bianconera Biondini. Meglio di così non poteva andare. E la Befana ha aggiunto ancora un po’ di dolcezza a questo campionato. La prima giornata di ritorno, in casa con l'Avezzano, ha regalato ai romagnoli altri tre punti e un importante allungo sul Matelica che ha perso a Vasto. Sempre più capolista (7 i punti di vantaggio) e sesta vittoria consecutiva, da record stagionale. E lo spogliatoio riflette questa spensieratezza, con i due protagonisti dell’ultima partita che si “pungono” a vicenda: Alessandro (due gol) e Ricciardo che scherzano su assist e gol. Segnano e si aiutano, una bella coppia davvero.

Se per loro il gol è (quasi) la quotidianità, non è così per il difensore spagnolo che nell’ultima giornata del girone d’andata ha aperto le marcature. Arrivato a Cesena dalla Recanatese, Christian Rutjens, un debutto in Serie A con il Benevento, è cresciuto nelle giovanili del Rayo Vallecano, ma sembra che la Romagna gli sia già entrata nel cuore. Ed ha fatto di tutto per vestire questa maglia. Padre olandese e madre spagnola, il classe 1988 rivela che il gol, in realtà, lo aveva già visto...

"Avevo sognato il giorno prima di segnare sotto la Curva Mare". E poi aggiunge: "Esultare davanti a tutti quei tifosi è stata una delle cose più belle che mi sia capitata nella vita". Anche se è Cesena da poco c’è già feeling con i compagni e con l’allenatore. "Con Angelini mi trovo benissimo, ha obiettivi molto chiari. Vuole solo vincere ed è giusto così perchè Cesena merita altri campionati". Partito con il piede giusto, Rutjens pensa già al futuro. "Adesso posso solo migliorare e l’ambiente è quello giusto per farlo. Se vinciamo il campionato? Mi coloro metà testa e barba nera e l’altra metà bianca. Per portare addosso i colori del Cesena".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche