Deschamps, denti nuovi per la Francia: "Rappresento l'immagine della Federazione"

Calcio

Nuovo look per il Ct della Francia: a rivelarlo la rete e la domanda di una "indiscreta" ascoltatrice radiofonica. Lui non ammette, ma spiega: "Cerco di non creare chiacchiere”

FRANCIA CAMPIONE DEL MONDO, IL DISCORSO DA BRIVIDI DI DESCHAMPS

FRANCIA, MBAPPE' UMILIA DEMBELE': MA POI DESCHAMPS...

Anno nuovo, denti nuovi. Un detto che potrebbe fare al caso di Didier Deschamps: il commissario tecnico della Francia, al quale spesso in patria è stata addebitata una scarsa attitudine al sorriso, sembra aver optato per un nuovo look odontoiatrico. Una scelta rivelata dal portale Football.fr ed emersa grazie alla domanda di una "indiscreta" ascoltatrice di Radio Europe 1.

Deschamps, nuovo look per la Nazionale: "I miei denti? Rappresento l'immagine della Federazione"

Dal calcio giocato al calcio, da intendersi come il minerale più abbondante tra quelli presenti nel corpo umano e concentrato in buona parte nei denti, il passo è stato breve. Almeno per Deschamps, il cui sorriso era stato oggetto di fitte analisi sui social dopo la finale della Coppa del Mondo 2018 in Russia contro la Croazia. Francia vittoriosa e campione del mondo, ma a Parigi e dintorni si dibatteva (anche) dei denti provati del Ct. Che ora sarà pronto a ridere di gusto per i successi della sua Nazionale: il dettaglio, svelato in rete, è stato oggetto della domanda di un'ascoltatrice via radio. A preciso interrogativo, riguardante l'applicazione di protesi dentarie sulla gengiva superiore, Deschamps, è apparso inizialmente abbastanza infastidito, spiegando di non volere replicare a quella che rappresentava una domanda strettamente personale. Poi ha offerto al pubblico una risposta: “L’unica cosa che posso dire è che, ovviamente, essendo l’allenatore della selezione francese, c’è un lato rappresentativo che è molto importante perché riguarda l’immagine della federazione". Una certificazione indiretta di quanto svelato da Football.fr e chiesto dall'insistente ascoltatrice: "Sono un dipendente della federazione e nel rispetto di ciò che il selezionatore rappresenta - ha spiegato Deschamps - non posso vestirmi come si vestono alcuni miei giocatori, con certi abiti, anche se a loro stanno benissimo… non posso farmi quei tagli di capelli un po’ esotici. Cerco di non creare chiacchiere”. Un'ammissione, concessa a denti stretti.
 

I più letti di calcio