Murat Yakin, strano esonero: il Sion lo manda in "vacanza anticipata"

Calcio
yakin_getty_1_

Il vulcanico presidente del club svizzero, Christian Constantin, ha deciso di esonerare Murat Yakin e il suo vice in un modo molto particolare: concessi ai due allenatori "vacanze anticipate fino a fine stagione"

UNITED, GAFFE YOUNG: CADE SUI CINESINI. VIDEO

COLONIA PROMOSSO: SEGUE TUTTI TRANNE IL 'GLADBACH

“Vacanze anticipate” che non saranno di certo tra le più dolci degli ultimi anni. Sono quelle alle quali sono stati costretti Murat Yakin e il suo vice Marco Otero, esonerati in un modo molto singolare dal Sion a quattro giornate dal termine del campionato. Nel comunicato ufficiale voluto dal vulcanico presidente Christian Constantin, infatti, non viene fatto alcun riferimento esplicito al licenziamento, ma, con un abile quanto curioso gioco di parole, si legge di un invito diretto ai due ad andare in vacanza  fino al termine della stagione. Al loro posto sulla panchina svizzera sederà il duo Zermatten-Bichard - agiranno sotto la supervisione dello stesso presidente Constantin - che proveranno a risollevare la squadra, reduce da tre sconfitte consecutive solo un punto al di sopra del penultimo posto che vale la zona retrocessione. Una trovata particolare, quella di Constantin, che non è comunque nuovo a uscite sopra le righe: noto per la sua fama di “mangia-allenatori”, il presidente biancorosso nel 2017 si fece notare per l'aggressione all'opinionista tv Rolf Fringer (lo fece cadere a terra a bordo campo, ndr), episodio che gli costò 14 mesi di inibizione, poi ridotti a 9, oltre che una salatissima multa.

I più letti di calcio