Mondiali femminili, Germania ai quarti: 3-0 alla Nigeria. Norvegia avanti ai rigori

Calcio

Le tedesche chiudono la gara già nel primo tempo. Sono la prima squadra ad accedere ai quarti di finale della competizione e affronteranno la vincente di Svezia-Canada. In serata festeggia anche la Norvegia: battuta l'Australia dopo i calci di rigore

ITALIA-CINA LIVE

"IO NON HO PAURA": IL CAMMINO VERSO ITALIA-CINA

ITALIA, LA CINA È L'AVVERSARIA DEGLI OTTAVI

Entrano nel vivo, i Mondiali femminili, con la prima sfida degli ottavi di finale. Ha aperto il programma del tabellone la sfida tra Germania e Nigeria, che ha visto a Grenoble il netto successo delle tedesche che dunque volano ai quarti di finale dove affronteranno la vincente di Svezia – Canada (in programma il 24 giugno). Alle ore 21 invece si affronteranno Norvegia e Australia, per la seconda gara della giornata.

GERMANIA-NIGERIA 3-0

20’ Popp, 27’ rig. Dabritz, 82’ Schuller

GERMANIA (4-4-2): Schult; Gwinn, Doorsoun, Hegering, Schweers (dal 46’ Simon); Huth, Leupolz (dal 46’ Buhl), Magull (dal 69’ Oberdorf), Dabritz; Popp, Schuller. Ct Voss-Tecklenburg

NIGERIA (4-4-2): Nnadozie; Okeke, Ebi, Nwabuoku (dal 46’ Ajibade), Ohale; Ordega, Ayinde, Okobi, Kanu (dall’84’ Ogebe); Ihezuo (dal 75’ Uchendu), Oparanozie. Ct Dennerby

La Nigeria comincia provando a tenere subito i ritmi alti, ma ben presto la tecnica superiore della Germania viene fuori e le tedesche prendono il controllo del gioco fin dalle prime battute. Al 19’, Popp calcia dal limite ma la sua conclusione viene deviata in angolo: sugli sviluppi del corner è proprio l’attaccante a svettare di testa e portare la Germania in vantaggio, con l’arbitro chiamato al VAR per valutare una posizione di fuorigioco ritenuta ininfluente. Pochi minuti e l’arbitro Yamashita è chiamato nuovamente al monitor per valutare un intervento scomposto della Nwabuoko su Magull: le immagini lasciano poco all’interpretazione e viene concesso il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Dabritz, che piazza bene il pallone e firma il raddoppio al 27’. La Nigeria ha una prima reazione nervosa ma che non produce frutti. Nel finale di primo tempo, Oparanozie rischia l’autorete su azione di calcio d’angolo ma il pallone termina a lato. In apertura di ripresa, l’attaccante nigeriana sfiora il gol, arrivando in leggero ritardo sulla bella assistenza di Ajibade a pochi passi dalla linea di porta. Al 58’ Gwinn può calciare da ottima posizione dopo una splendida azione, ma il suo tiro termina alto. Tanti gli errori della Nigeria nella trequarti avversaria, che aprono alle ripartenze della Germania, che comunque non ha mai perso il controllo della partita. Al 79’ avrebbe anche la chance di chiudere definitivamente la gara, quando Dabritz trova un buon corridoio centrale ma poi chiude troppo il sinistro in diagonale che finisce fuori. Tre minuti dopo, le tedesche calano il tris: un’incomprensione banale sul limite dell’area tra Ohala e Ayinde diventa un assist per Schuller, che fredda Nnadozie con tiro ad incrociare perfetto. Nessuna emozione nei minuti finali, con la squadra della c.t. Voss-Tecklenburg che si qualifica con merito per i quarti di finale; alle africane, sostenute dal pubblico di Grenoble, tanti applausi.

NORVEGIA-AUSTRALIA 1-1 (4-1 d.c.r.)

31' Herlovsen (N), 83' Kellond-Night (A)

NORVEGIA (4-4-2): Hjelmseth; Moe Wold (102' Hansen), Mjelde, Thorisdottir, Minde; Saevik (72' Maanum), Boe Risa, Engen, Reiten; Graham, Herlovsen (77' Utland). Ct Sjogren

AUSTRALIA (4-3-3): Williams; Carpenter, Kennedy, Catley, Kellond-Knight (94' Polkinghorne); Logarzo, Van Egmond (116' Roestbakken), Yallop; Raso (74' Gielnik), Kerr, Foord. Ct Milicic

Espulsa: Kennedy (A)

Nell'altro ottavo di finale di giornata la Norvegia supera l'Australia ai calci di rigore dopo un match all'insegna dell'equilibrio. Nei tempi regolamentari è 1-1: scandinave in vantaggio alla mezz'ora con Herlovsen e raggiunte da Kellond-Night a 7' dalla fine. Nell'extra time le australiane restano in 10 per l'espulsione di Kennedy (104'), ma riescono a resistere sino ai calci di rigore. Dagli undici metri Norvegia glaciale con zero errori su cinque, mentre sono due gli errori per le ragazze di Milicic. La squadra del ct Sjogren affronterà ora la vincente di Camerun-Inghilterra.

Gli altri ottavi

Inghilterra – Camerun domani alle 17:30
Francia – Brasile domani alle 21:00
Spagna – Stati Uniti 24/6 alle 18:00
Svezia – Canada 24/6 alle 21:00
Italia – Cina 25/6 alle 18:00
Olanda – Giappone 25/6 alle 21:00

I più letti di calcio