La storia di Marco Rodriguez: arbitro del Mineirazo, oggi allenatore del Salamanca

Calcio

L’ex direttore di gara messicano aveva diretto Italia-Uruguay – quella del morso di Suarez a Chiellini – e la semifinale tra Brasile e Germania vinta dai tedeschi 7-1. Poi ha conseguito le licenze UEFA per allenare e guiderà il Salamanca in terza divisione spagnola

SALAH, POLEMICA CON LA FEDERCALCIO EGIZIANA

INSULTI RAZZISTI PER POGBA, I COMPAGNI LO DIFENDONO

Dal Mondiale del 2014 alla Segunda Division B, il terzo campionato spagnolo: potrebbe essere la parabola di un qualsiasi giocatore che abbia preso parte al torneo brasiliano, ma non è questo il caso. Si tratta infatti del percorso svolto da Marco Antonio Rodriguez Romero, arbitro internazionale messicano che in quella edizione della competizione diresse – tra le altre partite – sia Italia-Uruguay (famosa per il morso di Suarez a Chiellini) sia la semifinale tra Brasile e Germania che si tradusse nel massacro per 7-1 in favore dei tedeschi. Alla fine di quel Mondiale, Rodriguez decise di ritirarsi dalla carriera arbitrale per studiare da allenatore. Cinque anni dopo, il suo primo incarico: allenerà il Salamanca.

La carica per la nuova avventura

Marca ha riportato alcune sue dichiarazioni sul suo futuro da allenatore: "Cominciai a prepararmi ai corsi poi ho conseguito la licenza UEFA con un master in Spagna. Ora ho questa opportunità ed è la più grande che abbia mai potuto desiderare. Ho lavorato tanti anni e ora aspiro anche alla Champions League, tanto non esistono limiti normativi in questo senso. Vorrei allenare anche la nazionale messicana e tanto altro ancora”. Ovviamente, in questa veste difficilmente lo vedremo protestare con gli ufficiali di gara: “Avrò il massimo rispetto per gli arbitri anche se sbaglieranno: sarà il mio stile di allenatore".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche