Lippi non ci ripensa: "Ho chiuso con il lavoro di allenatore"

ritiro
©Getty

Il Ct dell'Italia campione del mondo nel 2006 ha deciso: "Non farò più l'allenatore, è giusto così. Magari sarò utile in altri ruoli, ma fino a primavera non farò niente". In carriera ha vinto tutto sulla panchina della Juventus, della Nazionale e del Guangzou Evergrande

JUVE-VERONA LIVE

Nella sua carriera ha vinto tutto, ma Marcello Lippi resterà per tutti gli italiani il grande condottiero che ha guidato la Nazionale alla vittoria del Mondiale del 2006. Oggi, l'ex Ct azzurro, ha deciso di smettere e di chiudere, a 72 anni, la sua gloriosa carriera da allenatore. A comunicarlo è stato lo stesso Marcello Lippi: "Ho chiuso definitivamente con il lavoro di allenatore, è giusto così. Magari potrei essere utile in altri ruolo, vedremo. Ma fino a primavera non farò niente", le sue parole durante un'intervista a Radio Sportiva. Un annuncio sorprendente, per chiudere una carriera ricca di successi e soddisfazioni.  

Il percorso vincente di Marcello Lippi

leggi anche

Scuola Lippi: 16 su 23 sono (o saranno) allenatori

Dalle vittorie con i club alla Nazionale: Marcello Lippi ha vinto praticamente tutto nel corso della sua carriera da allenatore. Il suo nome è sicuramente legato alla Juventus, società che ha guidato per ben otto stagione (non consecutive). Il primo corso tra il 1994 e il 1999 con tre scudetti, una Coppa Italia, due Supercoppe italiane, una Champions League, una Supercoppa Europea e una Coppa Intercontinentale. Palmarés arricchito nella seconda parentesi bianconera, quella tra il 2001 e il 2004, con altri due scudetti e due Supercoppe italiane. In Italia ha guidato anche Cesena, Napoli e Inter in Serie A, oltre a Pontedera e Pistoiese in Serie C2, Siena in Serie C1 e Lucchese in Serie B nei suoi primi anni da allenatore. Nel 2004 la prestigiosa chiamata della Nazionale, condotta sul tetto del mondo nel 2006 in Germania. Nel 2008 troppo forte il richiamo del ritorno sulla panchina azzurra dopo l'europeo, l'avventura mondiale del 2010 però vide l'Italia uscire ai gironi. Il finale di carriera lo ha vissuto in Asia: sulla panchina della Nazionale cinese la sua ultima avventura, prima però gli anni al Guangzou Evergrande con cui ha vinto tre campionati, una Coppa nazionale e una Champions League. La chiusura di una carriera vincente, per un allenatore che resterà per sempre nella storia del calcio italiano.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche