Ibrahimovic di nuovo in Nazionale? Il ct della Svezia: "Deve essere lui a voler tornare"

svezia

Janne Andersson, ct della Svezia, parla del possibile ritorno di Ibrahimovic in Nazionale dopo le ottime prestazioni al Milan: "È necessario che lui stesso voglia essere coinvolto nel progetto della Nazionale. Nel 2016 mi ha detto chiaramente che non voleva più farne parte, ho rispettato la sua scelta nel corso degli anni. Deve essere lui a dire di voler tornare: in quel caso, spetterà a me gestire la cosa"

LILLE-MILAN LIVE

Ibrahimovic ha la forza di scuotere un intero Paese con una semplice foto. Lo scorso 2 novembre Zlatan ha condiviso sui social la sua immagine con la maglia della Svezia, accompagnata dalla frase: "È da tanto tempo che non ci si vede". Molti tifosi svedesi hanno iniziato a sognare un ritorno di Ibra in Nazionale, dopo l’addio al termine degli Europei 2016 in Francia. Le ultime esaltanti prestazioni al Milan potrebbero però far incrociare nuovamente le strade di Zlatan e della Nazionale svedese. Ne ha parlato in conferenza il ct della Svezia, Janne Andersson, come riporta il quotidiano svedese Aftonbladet: "Non seguo i social media, ma in ogni caso a me non importa quello che dice e come lo dice, deve vivere la sua vita. So invece cosa mi ha detto e cosa abbiamo concordato quando ha lasciato la Nazionale. Da allora, non è cambiato nulla nel mio modo di vederlo".

"Deve aver voglia di far parte della Nazionale"

leggi anche

Ibra, lesione muscolare: rischia stop di un mese

Stando alle parole di Andersson, non dipende soltanto della volontà del ct svedese di convocare Ibrahimovic, ma deve essere anche Zlatan a dimostrare di voler tornare a vestire la maglia della Nazionale: "È necessario che lui stesso voglia essere coinvolto nel progetto della Nazionale. Nel 2016 mi ha detto chiaramente che non voleva più farne parte, ho rispettato la sua scelta nel corso degli anni. Deve essere lui a dire di voler tornare: in quel caso, spetterà a me gestire la cosa".

"Zlatan mi ha impressionato"

approfondimento

Ibra Re della A: nessuno come lui per gol e assist

Andersson non è sorpreso della continuità di Ibrahhimovic al Milan, nonostante i suoi 39 anni: "Non posso dire di essere così sorpreso. Se lo fossi, significherebbe non credere nelle sue potenzialità. Mi ha impressionato, sono molto colpito dal fatto che Zlatan possa continuare ad avere questa fame, questa spinta e questa qualità in ciò che fa. È davvero impressionante, è un grande atleta. È di gran lunga il nostro miglior giocatore di tutti i tempi. È incredibile quello che sta realizzando. Giù il cappello e congratulazioni a Ibrahimovic per i suoi risultati".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche