Branco dimesso dall'ospedale nel giorno del compleanno: era ricoverato da marzo per Covid

rio de janeiro
Credit foto: cbf.com

L'ex terzino del Genoa e della nazionale brasiliana è stato dimesso dall'ospedale nel quale era ricoverato per le complicanze dovute all'infezione da Covid-19. Uno splendido regalo di compleanno, visto che il 4 aprile compie 57 anni. Famoso per le sue punizioni, nel 1994 vinse il Mondiale con il Brasile in finale contro l'Italia

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN DIRETTA

Claudio Branco ha vinto la propria battaglia con il Covid-19 e nella giornata di sabato è stato dimesso dall'ospedale della zona sud di Rio de Janeiro nel quale era ricoverato dallo scorso 16 marzo. L'ex terzino del Genoa e oggi coordinatore delle squadre di base della federazione brasiliano è stato accolto all'uscita dall'ospedale dai propri familiari, che lo hanno applaudito per la vittoria più importante della sua vita. Successivamente, l'ex calciatore brasiliano si è recato al quartier generale della federazione, dove è stato accolto da una sua gigantografia sulla parete dell'edificio che lo ritraeva con in mano la Coppa del Mondo vinta nel 1994 con la selezione verdeoro. Visibilmente emozionato, Branco ha poi partecipato a un pranzo in compagnia del presidente della federcalcio brasiliana Rogerio Caboclo e ha guardato un video di auguri realizzato per lui da diversi ex compagni di squadra. Proprio il 4 aprile, Claudio Branco compie infatti 57 anni.

Branco, Aguilera e Skuhravy nel Genoa
Dal sito della CBF

"Sono più forte di prima, possiamo battere il Covid"

Famoso per le sue punizioni con il sinistro, Claudio Branco ha avuto un passato importante anche in Serie A. Arrivato in Italia nel 1986, ha vestito per due stagioni la maglia del Brescia, ma è con quella del Genoa che diventerà famoso al grande pubblico nel triennio dal 1990 al 1993. Leggendarie, nella memoria dei tifosi rossoblù, rimarranno in particolare due sue punizioni che permetteranno alla formazione all'epoca allenata da Osvaldo Bagnoli di vincere il derby contro la Sampdoria nel 1990 e l'andata dei quarti di finale di Coppa Uefa contro il Liverpool l'anno successivo. Branco, che con la nazionale brasiliana ha conquistato la Copa America 1989 e il Mondiale 1994 in finale contro l'Italia, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo l'uscita dall'ospedale: "Sono tornato più forte di prima. Mentre ero in ospedale ho pensato molto a una vita migliore. Per coincidenza, il 4 aprile è il giorno del mio compleanno e anche quello della resurrezione. Il messaggio che ho per il Brasile e per il mondo è che tutto è possibile: possiamo battere il Covid. Grazie per l'affetto e buona Pasqua a tutti!".

Branco, Aguilera e Skuhravy nel Genoa
Branco ai tempi del Genoa

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche