Lipsia, per i giocatori niente aereo per New York e Parigi: shopping abolito

Bundesliga

La decisione dei dirigenti del club tedesco: niente voli New York e Parigi nei giorni liberi per i loro giocatori. Il ds Kroesche: "Cerchiamo di far capire ai giocatori che i giorni liberi sono momenti da dedicare al riposo e al recupero, piuttosto che ad un’opportunità per fare shopping all'estero"

LIPSIA, NAGELSMANN: "NEL SONNO URLO INDICAZIONI TATTICHE"

REAL MADRID, LE MULTE AI GIOCATORI INDISCIPLINATI

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

I viaggi di piacere nei giorni di riposo a New York e Parigi? Ora sono proibiti per i giocatori del Lipsia. La scelta è stata sottolineata dal club tedesco nel nuovo regolamento interno della squadra. Un divieto dettato dalla volontà di preservare concentrazione e forma fisica dei tesserati.

"Viaggiare in aereo nei giorni liberi provoca stress per il corpo"

La curiosa decisione è stata riportata da As. Secondo la dirigenza del Lipsia, oggi terzo in Bundesliga con 14 punti a -2 dalla vetta e a quota 3 punti dopo due giornate nel girone G di Champions League, spostarsi in aereo nei giorni liberi, soprattutto per fare shopping, può provocare troppo stress e incidere negativamente sui muscoli. Lo ha spiegato il direttore sportivo Markus Kroesche ai microfoni della Bild. “Non ci piace che i giocatori prendano l’abitudine di trascorrere i loro giorni di riposo lontano dalla città in una normale settimana di allenamento – le sue parole - questo provoca stress e sovraccarico. Cerchiamo di far capire ai giocatori che i giorni liberi sono momenti da dedicare al riposo e al recupero, piuttosto che ad un’opportunità per fare shopping a Parigi o New York”. Mete evidentemente molto ambite dai giocatori in rosa. Più attenzione alla cura del proprio corpo e meno concentrazione sugli acquisti da fare. In alternativa, c'è sempre lo shopping online.

I più letti